Coppa Italia senior Femminile, al “Paolone” di Catania le Ladies Amatori battute 20-10 dal Padua Ragusa, sconfitte anche l’under 18 e la 16

Ladies Amatori Catania in campo al "Paolone" (Foto Alberto Correnti)

Domenica di sport e di grande rugby quella di ieri al “Benito Paolone” di Catania, ma anche una domenica amara per Ladies e formazioni Under. Amarezza in casa Ladies Amatori Catania che nonostante le due vittorie contro le Brigantesse Librino 35-5 e Iron Palermo per 20-10 hanno ceduto il passo al Padua Ragusa che ha avuto la meglio  per 20-10 portandosi a casa la quinta giornata della Coppa Italia Senior Femminile. Amarezza perché le ragusane erano sicuramente alla portata della formazione dell’Amatori Catania Ladies e l’approccio alla gara e la condotta è stata al di sotto delle possibilità della formazione capitanata da Debora Di Pietro.

L'under 18 dell'Amatori Catania in campo con la Fiamma Cibali (Foto Epifanio Nicosia)
L’under 18 dell’Amatori Catania in campo con la Fiamma Cibali (Foto Epifanio Nicosia)

Sconfitta anche l’Under 18 che ha ceduto il passo alla Fiamma Cibali, con scarto minimo di solo un punto dopo una gara tirata e combattuta sino alla fine. Sconfitta per 6-5 che ha permesso alla Fiamma Cibali di scavalcare in classifica l’Amatori. Accesso ai play off ormai matematico e lotta serrata in graduatoria fino alla fine con l’under 18 Amatori Catania adesso al terzo posto con 30 punti raccolti in stagione. Finale dedicato all’Under 16 che purtroppo non è riuscita nell’impresa al “Paolone”. Tanto sacrificio, ma vittoria che è andata ai Briganti di Librino che si sono imposti per 12-43 confermando il loro secondo posto in classifica.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*