Migranti, internet e telemedicina le nuove frontiere per curare i rifugiati

Barconi migranti

Nutrita partecipazione al Convegno “Emergenza Medica Online”, organizzato a Roma  nella sala Aldo Moro della Camera dei Deputati, dalla Ong Emergenza Sorrisi – Doctors For Smiling Children e dall’Istituto Italiano della Donazione (IID), in collaborazione con l’Associazione dei Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI), il  Movimento “Uniti per Unire” e l’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO.

 Alla presenza di Ileana Argentin,  membro della Commissione Affari Sociali della Camera e dell’On. Edoardo Patriarca, Presidente di IID che ha patrocinato l’evento, si è aperta un’ampia riflessione sul tema Sanità, immigrazione ed istruzione. Al centro dell’interesse, la presentazione dei Progetti congiunti “Emergenza Medica Online” ed “Istruzione Senza Confini”, portati avanti da Uniti per Unire, Emergenza Sorrisi, Amsi, Co-mai e dall’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO:  due progetti “umani”, che hanno come primi fruitori gli immigrati e i rifugiati, per favorirne in maniera tangibile l’accoglienza e  l’integrazione in Italia.

     “Tutti noi siamo fieri di contribuire a migliorare il mondo aiutando i nostri fratelli migranti”, ha dichiarato Fabio Abenavoli, Presidente di Emergenza Sorrisi illustrando “Emergenza Medica Online” e presentando la nuova App a disposizione di tutti gli operatori dei centri di prima accoglienza in Italia per consentire di indirizzare, monitorare e curare i rifugiati, interagendo con AMSI in sinergia con un’equipe internazionale di professionisti della salute e medici volontari italiani e stranieri.

     Emergenza Medica Online arricchirà il Progetto “Istruzione Senza Confini” grazie all’attivazione di un portale online per gli immigrati ed i rifugiati, puntando a favorirne l’accesso all’istruzione, alla formazione ed alla cura. Tra le sezioni principali del portale, il riconoscimento dei titoli di studio e delle competenze professionali ed una sezione apposita dedicata alla telemedicina che prevede la creazione di una scheda storica “Salute Globale”, per rilevare le principali problematiche sanitarie favorendo la ricerca.

     “Continuiamo a lavorare da anni con l’AMSI per trovare proposte e concretezza al fine di migliorare la saluta globale. Emergenza Medica Online ed Istruzione Senza Confini sono un’estensione di questo lungo processo che necessita del coinvolgimento di tutti a favore della prevenzione e della  vera identità culturale e sanitaria degli immigrati”: ha dichiarato Foad Aodi, Presidente di AMSI e membro della Commissione Salute Globale presso la Federazione Nazionale dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri (FNOMCeO).

     “Dobbiamo lavorare insieme con coraggio e speranza per costruire un mondo diverso, di pace e di rispetto, mettendo a confronto le nostre culture e le nostre storie. Il fenomeno dell’immigrazione non può lasciarci indifferenti, perché ci coinvolge tutti allo stesso modo”.  Ha affermato Maria Amata Garito, Rettore dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO. “Migliorare la vita degli immigrati – ha proseguito il Rettore – significa migliorare la nostra vita all’interno di una società globalizzata ed interconnessa del XXI secolo. Per questo, abbiamo voluto reagire attivamente all’emergenza immigrazione realizzando un portale che ha l’obbiettivo di conoscere e di fare conoscere, ma anche ad aiutare queste persone a vivere meglio”.

     Da parte Sua, Mons. Perego, Direttore Generale di “Migrantes”, ha riportato statistiche significative sull’immigrazione: “E’ necessario monitorare il cammino degli immigrati anche a livello sanitario. Non tutti gli immigrati si fermano nei centri di accoglienza in Italia, molti proseguono il loro viaggio per l’Europa: 232 milioni di persone si sono messe in cammino nel 2014; 170 mila sono sbarcate nel 2014 sulle nostre coste, delle quali solo 60 mila erano presenti nei nostri centri. Anche dei 150 mila immigrati forzati arrivati in Italia nel 2015, uno su tre ha proseguito il viaggio per gli altri Paesi europei”.

     Hanno arricchito la giornata gli interventi su immigrazione e Sanità a cura dei maggiori esperti nazionali del  settore, tra i quali: Ugo Melchionda, Presidente di IDOS Centro Studi, Giuseppe Quintavalle, Direttore Generale della ASL RMF, Federica Battafarano, Portavoce di Uniti per Unire ed Edoardo Berti Riboli, Presidente di Medici in Africa.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*