Al “Canovaccio” di Catania dal 24 al 28 Febbraio in scena “Un altro Poe” di Eliana Silvia Esposito

Dal 24 al 28 Febbraio, alle ore 21.00 e 18.00, per la regia di Eliana Esposito, andrà in scena al Teatro del Canovaccio, in via Gulli 12, a Catania, “Un altro Poe” di Eliana Silvia Esposito, dai racconti del terrore di Edgar Allan Poe (“Il Gatto nero”, “Il cuore rivelatore” e “Il demone della perversione”). In scena Santo Santonocito, Raffaella Esposito e Neculai Cattaneo. Scenografia e grafica AlValenti, Produzione Teatro del Canovaccio nell’ambito della stagione di prosa 2015-2016.

Ecco una nota di regia del lavoro: “Era con i film dell’orrore, tratti dai racconti di Edgar Allan Poe, principalmente diretti da Roger Corman, che da bambini, con le nostre compagnette d’avventure, tra il profumo del mare e quello d’arance, concludevamo le nostre serate estive. Certo quei film, considerati tra l’altro dalla critica “B movie”, non avevano la poetica raffinata e immensa di Edgar Allan Poe, ma non ne tradivano affatto le atmosfere e possedevano un fascino che non ho mai più ritrovato in altri film horror. Ancora oggi quando leggo un Poe, mi tornano in mente quegli affreschi gotici, nebbiosi e paludati e soprattutto mi torna in mente il volto di Vincent Price, mitico e intramontabile interprete. Ad ogni film, speravo, fino alla fine, che non fosse lui il “cattivo” (cioè il protagonista), ma, ahimè, puntualmente dovevo rassegnarmi! Probabilmente faticavo ad accettare che il male, da sempre raffigurato come un mostro, un vampiro, un licantropo, una bestia fuori di noi, in realtà fosse dentro noi, dentro la nostra psiche. I mostri siamo noi! Questa era la novità (una delle tante) che Poe portò nella letteratura, questa la novità che Corman riuscì a portare efficacemente sullo schermo. Noi tenteremo di portare “Un po’ di Poe” a teatro. Ma non aspettatevi proprio Poe, aspettate un altro Poe!”.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*