RBS 6 NAZIONI 2016 femminile, l’Italdonne affronta domani a Bologna la Scozia

La formazione dell'Italdonne contro la Scozia

Tutto pronto per la seconda partita casalinga dell’ Italdonne contro la Scozia. Domenica 28 febbraio alle ore 14:30 allo Stadio Pier Paolo Bonori dell’Arcoveggio di Bologna, le Azzurre cercano la prima, fondamentale, vittoria in questo 6 Nazioni Femminile.

Il match è stato presentato ieri mattina nella splendida cornice di Sala Farnese, presso la sede del Comune di Bologna, in Palazzo d’Accursio alla presenza dell’Assessore allo sport di Bologna, Luca Rizzo Nervo, della delegazione azzurra guidata da Maria Cristina Tonna, responsabile settore femminile della FIR, Andrea Di Giandomenico, allenatore dell’ Italdonne e dal suo capitano Sara Barattin. Presenti anche Francesco Paolini Presidente della Rugby Bologna 1928 cui è stata delegata l’organizzazione della partita e la Presidente dell’associazione no profit LOTO, sponsor etico della Nazionale, Sandra Balboni, accompagnata dal Dott. Claudio Zamagni.

E’ stato sottolineato il ruolo dei movimenti sportivi femminili che sono sempre più un’eccellenza in ogni ambito sportivo e le ragazze del rugby italiano non fanno eccezione. Francesco Paolini ha evidenziato l’impegno e lo sforzo degli organizzatori, per offrire alla città un grande spettacolo e per far sì che il rugby si diffonda sempre di più, specie nelle scuole, ambiente nel quale gode di crescente popolarità, “basta pensare l’accoglienza che hanno avuto le azzurre ieri in visita al Liceo artistico Arcangeli, fucina del rugby femminile bolognese”.

Il punto sulla partita l’ha fatto Andrea Di Giandomenico “un pronostico non lo posso fare, ma di certo la Scozia non è la stessa che battemmo la passata stagione: è migliorata tanto e il meteo (è prevista pioggia) ci costringerà purtroppo all’uno contro uno. Cercheremmo comunque di imporre il nostro gioco, e di non essere costretti come, contro Francia e Inghilterra, ad adattarci a quello delle avversarie. Ci siamo preparati con grande dedizione e il massimo impegno e sono fiducioso”.

Le Azzurre sono serene, ma determinate, come ha precisato il capitano Sara Barattini. Una determinazione fondamentale per portare a casa una vittoria importante in vista della qualificazione ai mondiali.

Nella formazione annunciata da segnalare solo due modifiche, il ritorno con la maglia numero 14 di Maria Magatti al posto dell’infortunata Michela Sillari e il rientro fra le terze linee di Michela Este con Ilaria Arrighetti che rimane tra le ragazze a disposizione di Andrea Di Giandomenico.

Per coloro che non potranno essere allo Stadio Pier Paolo Bonori di Bologna, la partita verrà trasmessa in diretta streaming su Federugby.it.

La formazione dell’Italia:

15 Manuela FURLAN (Benetton Rugby Treviso, 48 caps)
14 Maria MAGATTI (ASD Rugby Monza 1949, 12 caps)
13 Maria GRAZIA CIOFFI (US Rugby Benevento, 38 caps)
12 Beatrice RIGONI (Valsugana Rugby Padova, 13 caps)
11 Sofia STEFAN ( Rennes, Francia, 24 caps)
10 Veronica SCHIAVON (Rugby Riviera Del Brenta, 77 caps)
9 Sara BARATTIN (Rugby Casale, 64 caps) – capitano

8 Elisa GIORDANO (Valsugana Rugby Padova, 13 caps)
7 Isabella LOCATELLI (Rugby, Monza 1949, 3 caps)
6 Michela ESTE (Benetton Rugby Treviso, 45 caps)
5 Alice TREVISAN (Rugby Riviera Del Brenta, 31 caps)
4 Elisa PILLOTTI (Rugby Parabiago, 1 cap)
3 Melissa BETTONI (Rennes, Francia, 27 caps)
2 Lucia CAMMARANO (Rugby Monza 1949, 10 caps)
1 Elisa CUCCHIELLA (Belve Neroverdi, 54 caps)

A disposizione
16 Lucia GAI (Rugby Riviera Del Brenta, 39 caps)
17 Gaia GIACOMOLI (Rugby Colorno, 1 caps)
18 Diletta NICOLETTI (Rugby Bologna 1928, 0 cap)
19 Valentina RUZZA (Valsugana R. Padova, 10 caps)
20 Ilaria ARRIGHETTI (Rennes, Francia, 18 caps)
21 Silvia FOLLI (Valsugana Rugby Padova, 0 cap)
22 Paola ZANGIROLAMI (Valsugana Rugby Padova, 64 caps)
23 Veronica MADIA ( Rugby Colorno, 0 cap)

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*