RBS 6 Nazioni 2016, Italia battuta oggi all’Olimpico anche dalla Scozia per 36-20, cucchiaio di legno più vicino

Una fase di gioco di Italia-Scozia

Ancora una sconfitta oggi pomeriggio per l’Italrugby di Brunel al Sei Nazioni 2016. All’Olimpico di Roma è stata infatti ancora più amara per il Ct azzurro l’ultima panchina e nel terzo incontro del torneo l’Italia ha ceduto 20-36 alla Scozia che ha vendicato così la sconfitta dello scorso anno a Murrayfield.

Netto il dominio degli scozzesi nella prima mezz’ora, poi la meta di Ghiraldini che aveva dato il via alla reazione degli azzurri che restavano in partita fino a 10’ dalla fine, ma al 79’ la meta di Seymour per la Scozia che chiudeva il match.

La Scozia non vinceva nel Sei Nazioni da nove partite e quella di oggi è per l’Italia la terza sconfitta in questa edizione del torneo. Il 12 e 19 Marzo l’Italia adesso dovrà affrontare in trasferta l’Irlanda ed il Galles.

Ecco il tabellino della partita:

Italia-Scozia 20-36 (10-17)
Marcatori: 8′ pt cp Haimona, 10′ meta Barcley tr Laidlaw, 16′ meta Hardie tr Laidlaw, 26′ cp Laidlaw, 29′ meta Ghiraldini tr. Haimona; 6′, 13′, 18′ e 25′ st cp Laidlaw, 10′ cp Haimona, 22′ meta Fuser tr Haimona, 38′ meta Seymour tr. Laidlaw.
Italia: Odiete – Sarto, Campagnaro, Garcia (35′ st Pratichetti), Bellini – Haimona (32′ st Padovani), Gori (39′ st palazzani) – Parisse, Zanni, Minto (26′ st Van Schalkwyk) – Furno (37′ pt Bernabò), Fuser – Cittadini (18′ st Castrogiovanni), Ghiraldini (18′ st Giazzon), Lovotti (18′ st Zanusso).
Scozia: Hogg – Seymour, Bennett, Taylor, Visser (32′ st Lamont) – Russell, Laidlaw – Wilson (27′ st Strauss), Hardie, Barcley (39′ st Swinson) – Jonny Gray, Richie Gray – Nel, Ford (22′ st McInally), Dickinson. A disposizione: Sutherland, Low, Strauss, Hidalgo-Clyne, Horne.
Arbitro: Peyper (Saf)
Note: 21′ st cartellino giallo Russell, 35′ Nel.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*