Il colorificio San Marco da sempre attento alle opere di restauro festeggia i 95 anni della sua fondatrice

Giornata da ricordare per il Colorificio San Marco che ha festeggiato il novantacinquesimo compleanno della dottoressa Alessandrina Tamburini, attuale Presidente onorario e fondatrice dell’azienda, leader nel mercato dei sistemi vernicianti e dei prodotti di restauro.

Ancora attiva in azienda, la dottoressa Tamburini ha costruito un’impresa di successo credendo fortemente nell’innovazione, nell’etica professionale e nel lavoro di squadra, valori sui quali si fonda ancora oggi Colorificio San Marco, guidato dalla famiglia Tamburini-Geremia, giunta alla quarta generazione. La fondatrice ha deciso di festeggiare  l’importante compleanno pranzando nella mensa aziendale con tutti i suoi collaboratori.

Dalla mentalità straordinariamente giovane e dinamica, molto legata a Venezia e al suo territorio, la dottoressa Tamburini, per questa speciale occasione, ha in programma l’istituzione di una borsa di studio in Chimica o Restauro, precisando: “Sono convinta che nel futuro sarà necessario puntare al ripristino e al restauro delle nostre favolose città e di manufatti artistici, sia per salvaguardarle dal degrado, sia per potenziare il turismo, che è una preziosa risorsa per il nostro Paese.

L’azienda con sede a Marcon è da sempre attenta alla conservazione di opere artistiche e architettoniche e ha supportato importanti restauri nel territorio quali l’organo della basilica di Santa Maria della Salute a Venezia, la Scala Massari nel complesso degli Artigianelli, la Cappella Zen nella Basilica di San Marco, il recupero delle Colonne Napoleoniche, dei Pennoni e delle Procuratie Vecchie di Piazza San Marco.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*