Alitalia inaugura la nuova rotta Catania-Bologna a partire dal 1 maggio

In vista della nuova stagione estiva Alitalia introduce nuovi collegamenti diretti con partenza dallo scalo catanese Vincenzo Bellini di Fontanarossa, a partire dal primo maggio sarà operativo il volo tra Catania e Bologna. Con questa rotta la compagnia rafforza la sua offerta di oltre 400 collegamenti settimanali tra il Sud e il Nord Italia a conferma della grande attenzione alle esigenze dei cittadini e del tessuto imprenditoriale del Meridione.

Il volo verrà effettuato tutti i giorni con partenza da Catania alle 7.30 e arrivo a Bologna alle 9.10. Da Bologna la partenza sarà alle 10.00, con atterraggio a Catania alle ore 11.45. I voli giornalieri saranno operati con aeromobili di medio raggio Airbus A320 o A319. I prezzi dei biglietti partiranno da 59 euro sola andata.

Oltre al nuovo volo per Bologna, nell’orario estivo, Alitalia potenzierà l’offerta sulla rotta Catania-Roma attraverso l’aggiunta di 16 frequenze settimanali. Complessivamente, questa estate Alitalia collegherà l’aeroporto di Fontanarossa con Roma, Milano, Napoli, Lampedusa e Bologna, per complessive 160 frequenze alla settimana, il 17% in più rispetto allo scorso anno.

I passeggeri in partenza da Catania, inoltre, grazie a comode coincidenze presso l’hub Alitalia di Fiumicino, potranno raggiungere 70 destinazioni in Europa, Nord America, Sud America, Nord Africa, Medio Oriente e Asia. Tra queste, le nuove rotte verso Santiago del Cile e Città del Messico.

I biglietti dei nuovi voli sono in vendita su Alitalia.com, chiamando il Customer Center al numero 89.20.10, nelle agenzie di viaggio e nelle biglietterie aeroportuali.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*