Arrestato in flagranza di reato all’aeroporto di Fontanarossa noto borseggiatore

Nell’ambito di un rafforzamento dei servizi di controllo disposto dal comandante Pietro Belfiore e dal suo vice Stefano Sorbino, due ispettori della squadra antiborseggio della Polizia municipale hanno arrestato in flagranza di reato un borseggiatore, Salvatore Pennisi, di 57 anni, di Catania, nell’aeroporto di Fontanarossa.
Gli ispettori Sergio Colonna e Carmelo Manenti avevano individuato Pennisi, noto alle forze dell’ordine e soprannominato “Turi cannolo”, il quale, fingendo di aiutare un anziano passeggero che stava sistemando su un bus i propri bagagli, ne aveva approfittato per sottrargli dalle tasche 65 euro dandosi poi alla fuga. Pennisi era stato però bloccato dai due ispettori i quali, dopo aver recuperato la refurtiva restituendola alla vittima del borseggio – C.S. di 75 anni, di Ravanusa (Ag)- che aveva intanto sporto denuncia, lo hanno condotto negli uffici del Corpo di Polizia Municipale. La Sostituto procuratore di turno ha disposto per il fermato gli arresti domiciliari.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*