Alla scoperta de “Le Vie dei Forti” Strade e Architettura Militare sui Monti Peloritani

Appuntamento lunedì 14 marzo, alle ore 17, al Palazzo della Dogana di Messina, per la presentazione del volume “Le Vie dei Forti” Strade e Architettura Militare sui Monti Peloritani, Patrimonio geo-architettonico d’Italia. 
Presenzieranno il Dott. Carmelo Di Vincenzo, dirigente del Corpo Forestale, congiuntamente ai Presidenti di Legambiente dei Peloritani, del Club Alpino Italiano e della sezione messinese dell’Associazione Nazionale Alpini.
Il libro documenta il censimento delle strade e delle opere architettoniche realizzate dal Genio Militare nel tardo ‘800, disseminate sulle Regie Trazzere di collegamento tra i Forti, la loro funzionalità finalizzata alla tutela del territorio e dal rischio idrogeologico.
Il lavoro, pubblicato da Vincenzo Caruso, che si è avvalso della collaborazione dell’Ispettorato delle Foreste e dell’Azienda Forestale, nell’ambito del Dottorato di ricerca in “Turismo, Territorio e Ambiente” dell’Università di Messina, ha lo scopo di portare a conoscenza della città questo peculiare patrimonio architettonico, che si aggiunge al valore paesaggistico, geologico e naturale dei Monti Peloritani, anche come attrattore turistico – culturale del nostro territorio.
Interventi di saluto: Ivan Spina, Dirigente Agenzia delle Dogane di Messina, Giovanni Ardizzone, Presidente Assemblea Regionale Siciliana, Antonella Messina, Direttore del Master “Restauro e conservazione del patrimonio geo-archeologico e geo-architettonico dell’Università di Messina, Gianfranco Zanna Presidente Legambiente Sicilia, Carmelo Ardito Presidente Ordine dei Geometri laureati, modererà l’appuntamento il giornalista Mino Licordari
di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*