Defibrillatori nelle strutture sportive, campagna di Confcommercio

La dotazione di un Defibrillatore automatico esterno (DAE) da parte di società sportive professionistiche e dilettantistiche sarà obbligatoria dal 20 luglio prossimo, dopo la proroga prevista dal decreto Balduzzi.

Per sostenere la campagna per la diffusione della cardioprotezione, Confcommercio ha organizzato un evento informativo sull’obbligo del defibrillatore nelle aziende che offrono servizi legati all’attività sportiva che si terrà venerdì 18 marzo, all’hotel Mercure Catania Excelsior, di Piazza Verga, a partire dalle ore 9,30, durante il quale oltre a fare chiarezza sulle norme emanate dal Ministero della Salute e approfondire le modalità di gestione delle apparecchiature si potrà assistere al funzionamento del DAE alloggiato nel Truck Sanitario in sosta in piazza Verga.

Ricordiamo che lo scorso gennaio sarebbe dovuto entrare in vigore l’obbligo per le strutture sportive (sia professionistiche che dilettantistiche), le aziende e le associazioni che operano nel mondo dell’attività fisica di dotarsi di defibrillatori semiautomatici e di altri eventuali dispositivi salvavita.

La legge n. 120/2001, infatti, prevedeva che in caso di emergenza ogni cittadino con un’adeguata formazione di rianimazione cardiopolmonare potesse prestare soccorso utilizzando questo tipo di apparecchiature senza commettere reato o compiere un abuso della professione medica.

Il Decreto Balduzzi del 2015 ha riorganizzato in maniera organica le precedenti norme prevedendo che l’onere della dotazione del defibrillatore e della sua manutenzione sia a carico della società e che ai fini della formazione del personale sia opportuno individuare i soggetti che all’interno dell’impianto sportivo, per disponibilità, presenza temporale nell’impianto stesso e presunta attitudine appaiono più idonei a svolgere il compito di “First Responder”.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*