Fermati dalla Squadra Mobile di Catania 6 nigeriani per tratta di giovani donne

Polizia

Su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, la Polizia di Stato ha dato esecuzione a decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di 6 persone di nazionalità nigeriana gravemente indiziate dei delitti di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di tratta di persone in danno di giovani connazionali, anche minori di età, tratta di persone e favoreggiamento della prostituzione minorile, con l’aggravante della transnazionalità, per aver reclutato, introdotto, trasportato e ospitato nel territorio dello Stato giovani donne nigeriane, in parte minorenni, al fine di costringerle ad esercitare la prostituzione.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Catania hanno evidenziato come l’organizzazione criminale – con cellule operative a Catania, in centro e nord Italia – reclutava in Nigeria giovani donne che, dopo essere state sottoposte a rito “Ju Ju” ed avere contratto un debito venivano trasferite dapprima in Libia (ove rimanevano diverse settimane controllate a vista da persone armate) quindi condotte a bordo di gommoni in Italia.

I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà negli uffici della Procura della Repubblica di Catania in viale XX Settembre alle ore 11.00.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*