Miss Tunica, un nuovo marchio di abbigliamento femminile ideale per l’estate

È nato un nuovo marchio di abbigliamento  con una forte attenzione su un singolo capo: la tunica.Mondello-Jasmine-Field

La fondatrice, Anette Lefvert, ha sviluppato la sua passione per le tuniche creando una collezione a 360° di questo popolare capo estivo. Miss Tunica, un capo femminile senza tempo ideale per l’estate e il sole.

Carbo-Atomic-Tangerine-9090La linea di Miss Tunica comprende circa 15 tuniche con design esclusivo, disponibili in un’ampia gamma di colori e fantasie. Ogni capo è realizzato a mano in India con materiali naturali come la viscosa e la seta. Per tutta la collezione vengono usati colori brillanti e ricchi e fantasie vivaci. L’obiettivo del marchio è un look femminile, deciso e allo stesso tempo comodo, adatto a tutti i tipi di donna.

“Desideriamo offrire un look elegante alla donna contemporanea e versatile e vogliamo farlo nel modo più rilassante possibile”, spiega la fondatrice di Miss Tunica, Anette Lefvert.

Gestendo e controllando l’intero processo in modo diretto, dalla progettazione, alla costruzione e la realizzazione fino alla logistica e le vendite attraverso il negozio online, Miss Tunica riesce a conservare un’interessante strategia di prezzi per l’intera collezione. “Sentirsi belle in spiaggia non dovrebbe essere costoso. Per noi è fondamentale che i nostri prodotti consentano di ottenere valore al giusto prezzo”, continua Anette Lefvert.Augustine-Navaja-Mountain
“Miss Tunica offre tuniche esclusive per le donne che desiderano sentirsi belle, sulla spiaggia e lontano dalla spiaggia. Il nostro desiderio è creare collezioni senza tempo da indossare a lungo, un capo preferito dopo l’altro”.

La collezione Miss Tunica può essere acquistata sul negozio online alla pagina Misstunica.com

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*