Lega Pro, il convalescente Catania di Francesco Moriero oggi all’esame Akragas

Derby all’Esseneto in casa dell’Akragas oggi pomeriggio, alle ore 14.30, per il Catania di Francesco Moriero che, reduce dall’1-1 con la Juve Stabia al “Massimino”, cerca di tirarsi fuori da una posizione di classifica tutt’altro che rassicurante. Gli avversari di oggi, i biancazzurri di Pino Rigoli hanno ottenuto 21 punti nelle ultime 8 gare in virtù di 7 vittorie (sei consecutive) e una sconfitta a Castellammare di Stabia, mentre i rossazzurri hanno interrotto il digiuno di reti, ma sono a secco di vittorie dallo scorso 31 gennaio (2-1 interno al Matera) e a otto giornate dalla conclusione del torneo sono al quint’ultimo posto a quota 26, ad un punto dal Catanzaro.

Ma vediamo gli schieramenti nel derby Akragas-Catania:

In casa Catania a Francesco Moriero mancheranno gli squalificati Ferrario e Russotto e gli indisponibili Parisi e Plasmati, mentre Felleca è stato aggregato alla Berretti. Uomini contati in difesa, con Carlo Pelagatti riproposto al centro insieme a Dario Bergamelli. Sulla trequarti, al posto di Russotto, Elio Calderini. Catania in campo quindi con un probabile 4-2-3-1: Liverani in porta; difesa con Garufo a destra, Pelagatti e Bergamelli coppia centrale, Nunzella esterno sinistro; in mediana Di Cecco e Agazzi; trequartisti Calderini, Bombagi e Falcone; in attacco il solo Calil, che ricordiamo non segna dal 31 gennaio.

Nell’Akragas il tecnico Pino Rigoli non avrà Aveni, De Rossi, Aloi e Scrugli, ma rientrano il portiere Vono e il centrocampista Dyulgerov. La squadra dovrebbe schierarsi con il 4-3-3, con poche variazioni rispetto all’ultima gara: in porta Maurantonio; in difesa Grea, Muscat, Marino e l’ex Capuano; in mediana Zibert (a segno all’andata) e Vicente, mentre Salandria dovrebbe lasciare il posto a Dyulgerov; in attacco il palermitano Madonia, Di Piazza e il catanese Di Grazia. Ad arbitrare l’incontro sarà il signor Viotti di Tivoli.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*