I consigli per i Viaggi “last minute”

Si risparmia anche il 40%. Sono i viaggi offerti all’ultimo minuto, ovvero i “last minute”, adatti a chi vuol prendere l’occasione al volo o chi decide scientificamente, a ridosso delle partenze, di usufruire di sconti piuttosto consistenti. Questi viaggi si  possono prenotare in agenzia e su internet, con lo stesso sconto. La ricerca telematica è certamente più agevole e consente di valutare più offerte rispetto  alle agenzie, che devono essere individuate una per una, ma non sempre costa di meno. Il contratto che si sottoscrive (ci riferiamo in particolare ai viaggi tutto compreso) è del tutto analogo a quello tradizionale con  obblighi per il turista e il tour operator. Occorre fare attenzione ad eventuali spese non messe in evidenza, come le commissioni, i costi per i trasferimenti, le iscrizioni, le tasse aeroportuali, i supplementi e quelle per i luoghi di partenza. Ricordarsi che in molti paesi occorre il visto di ingresso e il passaporto.

Una considerazione a parte merita la prenotazione tramite internet. Per evitare le solite bufale è necessario che il sito sia riconoscibile, cioè che sia indicata la denominazione sociale, l’indirizzo, il telefono (fare una telefonata può servire) e il fax. Per sicurezza consigliamo di stampare il contratto, la prenotazione e la risposta del venditore. Se viene effettuato un pagamento con carta di credito occorre verificare che il sito sia dotato di un sistema di sicurezza. Ultimo consiglio per evitare che la propria e-mail sia sommersa di pubblicità nei prossimi mesi: controllare che sia garantita la riservatezza dei dati che si trasmettono. E’ un diritto riconosciuto dalla legge sulla privacy.

 Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*