Forza Nuova inaugura il 9 Aprile sede a Catania e organizza conferenza con i leader di “APF” (Alliance for Peace and Freedom)

Sabato 9 Aprile alle ore 17,30 Forza Nuova inaugurerà , alla presenza del Segretario nazionale on. Roberto Fiore e del vice Segretario  Giuseppe Provenzale, la propria Federazione Provinciale di Catania in via Conte Ruggero 51. Seguirà alle ore 19,00,  nel salone degli stessi locali,  la conferenza  “Quale Futuro per i Popoli Europei”, organizzata dal partito pan-europeo “APF” (Alliance for Peace and Freedom). Relatori saranno i Leader di APF Roberto Fiore (Presidente APF) , Nick Griffin (Vice Presidente), Stefan Jacobsson (Segretario Generale) ed introdurrà Giuseppe Bonanno Conti (Ufficio Politico Nazionale Forza Nuova).

“Sabato di eventi importantissimi – dichiara il dirigente Nazionale FN Giuseppe Bonanno Conti – e di rilevanza internazionale per Catania , il primo perché riapre un avamposto di Libertà e di difesa del Popolo Italiano e delle sue Tradizioni nel centro della città e il secondo con una conferenza che vede la presenza di alcuni dei massimi esponenti dei Nazionalisti in Europa che vuole essere anche la demarcazione di una trincea per porre argine alla continua invasione della nostra terra. C’è molto da lavorare per liberare Catania – continua Bonanno Conti – da mafie , lobby e baronie che distruggendo l’economia catanese si stanno arricchendo con l’accoglienza business e sviluppando solo gli affari di amici e compari di partito ; intanto la città in preda a caos, sporcizia, delinquenti e immigrati è in stato di fallimento sociale, economico e politico così come la Sicilia di Crocetta e l’Italia di Renzi “.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*