Dalle pendici dell’Etna al festival dei bambini, Oranfrizer presenta l’arancia rossa di Sicilia

Tre giorni per giocare, imparare e divertirsi. Tre giorni per partecipare a eventi straordinari, come il coro da record che darà la possibilità a grandi e piccini di cantare nella cavea del Teatro dell’Opera e per fare incontri speciali, come quello con l’astronauta Luca Parmitano nel Salone dei Cinquecento. Torna a Firenze, dal 15 al 17 aprile, il Festival dei Bambini, “riservato” ai piccoli tra 0 e 13 anni, che dedica la terza edizione alla solidarietà con un titolo che strizza l’occhio da una parte all’attualità e dall’altra al 50° anniversario dell’alluvione che mise in ginocchio la città nel novembre del 1966. “Insieme è meglio”, questo lo slogan dell’edizione 2016, che ricorda la macchina solidale innescatasi all’indomani della tragedia fiorentina, con una serie di mostre a tema e laboratori che spiegano ai ragazzi il legame tra la città di Firenze e il suo fiume.

Al Festival l’azienda siciliana Oranfrizer arriverà con tutta la carica degli agrumi! Gli animatori li metteranno nelle mani di tutti i bambini per far loro scoprire che hanno la stessa vivacità dei loro giochi. Si giocherà al semaforo con l’arancia rossa e con il limone verde: per vincere basterà riconoscere e rispettare i diversi colori che la natura ha donato ai frutti; e così – tra corse e salti – i bambini scopriranno che non tutte le arance sono arancioni (ce ne sono alcune che hanno dentro la polpa rossa!) e non tutti i limoni sono gialli (ce ne sono alcuni che hanno la buccia verde!).

Con la proiezione di sette coloratissime clip animate si potrà anche fare un viaggio in Sicilia alla scoperta del fiore, degli alberi e dei frutti che maturano nelle distese di agrumeti sempreverdi riconosciuti dall’Unione Europea come zone di produzione ad Identificazione Geografica Protetta (IGP). Oranfrizer coglie quest’occasione del Festival per parlare anche ai bambini dell’origine del suo frutto preferito, l’arancia rossa: con ogni clip sarà possibile conoscere un aspetto del carattere di questa strana arancia siciliana, un agrume buono, sano e performante, è una fonte naturale di Vitamina C e di antocianine, è il frutto più prezioso che la natura ha donato alla Sicilia.

Ispirati dai giochi, dai sapori e dai profumatissimi agrumi, i bambini avranno a disposizione fogli e colori per disegnare la loro arancia, e che sia super atletica perché questo è l’anno delle Olimpiadi di Rio 2016!

Sarà una sfida inventare anche il nome per ogni arancia sportiva, così nasceranno la velarancia, il judarancio, l’orange bike, il limone tennista, la pallarancia e mille altre idee. Con tutti i disegni si darà forma ad una dinamica mostra, creata direttamente dai piccoli visitatori del Festival, per celebrare l’Arancia Olimpica 2016!

I giochi proposti da Oranfrizer sono ispirati alla campagna didattica “Il giardino delle arance. Storie e misteri ai piedi dell’Etna” realizzata con Giunti Progetti Educativi.

Alla fine di ogni attività i grandi e i piccoli visitatori potranno degustare gratuitamente sia l’arancia fresca che spremuta e ai partecipanti verrà omaggiato un libretto con storie e merende da realizzare a casa con la frutta.

I luoghi

Oltre 100 gli eventi gratuiti in programma a cui i bambini potranno partecipare prenotando sul sito del Festival e scegliendo tra le attività organizzate a Palazzo Vecchio e nel complesso delle Murate, nei vari ambienti della biblioteca delle Oblate e all’ex tribunale di San Firenze fino al Giardino dell’Orticoltura e al Parco delle Cascine: per un intero un week end il Festival trasformerà la città in un luogo davvero su misura di bambino.

Date e orari
Venerdì 15 aprile – Mattina dalle 9 alle 14 eventi riservati alle scuole;
Pomeriggio dalla 16 alle 19
Sabato 16 aprile: dalle 10 alle 19
Domenica 17 aprile: dalle 10 alle 19

Social Network
Facebook: festivaldeibambinifirenze
Twitter: @FestivalBambini
Hashtag del festival: #FestivalBambini

www.festivalbambini.it

 

 

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*