Il Catania ed il calcio danno l’addio ad Aquilino Bonfanti, estroso attaccante dai piedi fatati

Due immagini di Aquilino Bonfanti

Si è spento ieri, a 73 anni, Aquilino Bonfanti, classe 1943, estroso attaccante dai piedi fatati e dal ciuffo ribelle. Bonfanti debuttò in serie A nel lontano 1965, vestendo la maglia di Milan, Inter, Lecco, Catania, Catanzaro, Reggina, Pistoiese, Alghero Carrarese e Pontedera, chiudendo poi la lunga e prestigiosa carriera a 37 anni.

A Catania tutti lo ricordano in quanto protagonista della promozione in Serie A conquistata nel 1970. Nella città etnea l’attaccante milanese si laureò capocannoniere del torneo cadetto con 13 reti in 34 partite, realizzando una doppietta nel corso della gara decisiva disputata il 14 giugno 1970, Reggina-Catania 1-3. Bonfanti, dal 1969 al 1972, ha scritto una pagina importante della storia del club rossazzurro e con la maglia del Catania collezionò 111 presenze, firmando 28 reti (5 in Serie A, 22 in Serie B ed una in Coppa Italia).

 

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*