Serie B, Amatori Catania ko al “Paolone” per 34-26 con il Benevento, Cus vince 37-5 alla “Cittadella” con la Partenope

Il gruppo dell'Amatori Catania al "Paolone"

L’Amatori Catania di Ezio Vittorio ha chiuso oggi la stagione 2015-2016 in serie B al “Benito Paolone”, confermando il terzo posto e la leadership siciliana, nonostante la sconfitta per 34-26 patita per mano del Benevento. E’ stata comunque una partita combattuta, costellata – come tutta la stagione dei biancorossi – di prodezze e di errori e dove alla fine la differenza l’ha fatta la maggiore consistenza del pack avversario. Amatori subito in meta in 7’ con Florio e trasformazione di O’Loghlen, poi doppia reazione degli ospiti con meta tecnica non trasformata e meta di Altieri trasformata, stavolta da, Mazzone. I biancorossi, però, ancora in meta con Di Paola e trasformazione di O’Loghlen, ma a fine primo tempo il Benevento centra una punizione con Mazzone ed i primi 40’ si chiudono con gli ospiti in vantaggio per 15-14.

Amatori e Benevento in campo
Amatori e Benevento in campo

Nella ripresa Amatori ancora in meta con Gabriele Guglielmino trasformata da O’Loghlen per il 21-15, poi il Benevento accelera, sfrutta gli errori dei padroni di casa e va in meta, trasformata da Mazzone. Campani ancora due volte in meta sfruttando la mischia e che si portano in vantaggio per 34-21. Nell’Amatori poi nel finale entra in campo Massimo Di Raimondo, una vita con l’Amatori, per gli ultimi minuti della sua carriera in maglia biancorossa.

Proprio nel finale Arrigo centra la quarta meta per l’Amatori, non trasformata, che chiude la gara sul 34-26 per il Benevento che consolida così il primato. Per l’Amatori tanta rabbia per la sconfitta, tra bel gioco ed errori, ma la sconfitta del Messina ed il punto conquistato dai biancorossi è utile per guadagnarsi il terzo posto ed il primato siciliano nel rugby. Appuntamento quindi alla prossima stagione per la scalata alla serie A.

Cus Catania in campo (Ph. Adriano Calabria)
Cus Catania in campo (Ph. Adriano Calabria)

Nel girone salvezza invece alla Cittadella universitaria il Cus Catania di Carlo Leonardi, ormai retrocesso in serie C, ha battuto 37-5 la Partenope venuta a Catania vogliosa dimostrare di meritare la permanenza in B .

Partita combattuta dal primo all’ultimo minuto con un Cus concentratissimo, che si è imposto sugli avversari da subito con un primo tempo chiuso sul 22- 0.

I ragazzi della Partenope non hanno proposto azioni di rilievo, grazie alla pressione difensiva dei cusini che, di contro, hanno messo in evidenza rabbia agonistica e voglia di far bene come ha dimostrato il risultato finale.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*