Il 21 Maggio Notte dei Musei a Catania, aderisce anche la Fondazione Puglisi Cosentino con la Mostra Ruffo

Nella foto la Mostra Ruffo

Anche la Fondazione Puglisi Cosentino aderisce alla Notte dei Musei organizzata dal Comune di Catania per sabato 21 maggio. In occasione della popolare iniziativa, che vedrà aperte fino alla mezzanotte porte e saloni di musei e gallerie pubbliche e private di tutta la città, la mostra monografica “Pietro Ruffo. Breve storia del resto del mondo” a cura di Laura Barreca (e organizzata dalla Fondazione Puglisi Cosentino con il sostegno della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo), sarà visitabile fino alle ore 24. Dalle ore 19.30 l’ingresso sarà ridotto per tutti i visitatori al costo di 3 euro. Ogni ora visite guidate al costo di 3 euro a partecipante (gruppi fino a 25 persone).

Alla mostra di Pietro Ruffo – architetto per formazione, raffinatissimo disegnatore per vocazione –  la Fondazione Puglisi Cosentino ha dedicato un programma articolato di visite guidate (con professionisti nel mondo della divulgazione culturale) e laboratori didattici per tutte le età (da 3 a 90 anni) e per tutte le scuole di ogni ordine e grado, inclusi gli studenti universitari e delle Accademie di Belle Arti. Ogni sabato, alle 17.30, è in programma una visita guidata cui si può partecipare senza prenotazione. Per gli altri giorni e per i laboratori è necessario invece iscriversi (329.4571064, oppure mostraruffo@fondazionepuglisicosentino.it).

Nello spirito della mostra di Pietro Ruffo, che indaga sul concetto universale di libertà esplorando la storia politica dei continenti e dei vari popoli attraverso i temi della colonizzazione e delle divisioni culturali e religiose, una quota del ricavato delle visite guidate (organizzate “Identitas – Servizi culturali e fundraising”)saranno devolute all’associazione ‘Penelope’, che si occupa di donne migranti e vittime di tratta.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*