“Via Etna, il salotto buono della città, quotidianamente nel caos”, le richieste del consigliere di “Borgo-Sanzio”, Orazio Grasso

Buche e strisce pedonali sbiadite in via Etnea

Via Etnea è una delle principali strade di Catania, il salotto buono per eccellenza del capoluogo etneo, che da piazza Cavour fino al Tondo Gioeni si trova in condizioni disastrose con un manto stradale pieno di buche, con la segnaletica orizzontale e verticale da potenziare e con il parcheggio selvaggio che non risparmia i marciapiedi.

Parcheggio selvaggio
Parcheggio selvaggio

“Per tutte queste ragioni – sottolinea Orazio Grasso, consigliere municipale di “Borgo-Sanzio” – chiedo all’amministrazione di intervenire immediatamente per  valorizzare e migliorare la vivibilità di un territorio a forte vocazione commerciale ed utilizzato quotidianamente da migliaia di mezzi di ogni tipo. Pendolari che non trovano un posteggio libero e così lasciano la propria vettura sul marciapiede, danneggiando il basolato in pietra lavica, oppure in doppia fila, restringendo inevitabilmente le carreggiate e provocando quasi la paralisi del traffico soprattutto in presenza di autobus. Segnali evidenti di come sulla mobilità di via Etnea devono essere apportati tanti accorgimenti. Sopratutto nella parte nord della strada abitanti e commercianti, da me incontrati, sottolineano come la sera molti automobilisti in via Etnea sfrecciano a tutta velocità provocando incidenti con gli altri mezzi provenienti dalle strade limitrofe”.

“E’ fondamentale, quindi, portare a termine qui – conclude Grasso – un piano programmatico a tappe ben precise. Idee e programmazione a cui aggiungere anche i controlli delle forze dell’ordine. Per questo chiedo, in qualità di consigliere municipale di Borgo-Sanzio, di cominciare con il riparare il manto stradale, rifare alcune strisce pedonali sbiadite e potenziare il sistema per il deflusso delle acque piovane. Successivamente puntare al miglioramento della mobilità sistemando i marciapiedi e recuperando nuovi parcheggi per i pendolari e gli abitanti della zona”.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*