Controlli al casello autostradale, la Guardia di Finanza di Catania sequestra oltre un kg. di marijuana, arrestato un trafficante

La droga sequestrata

I finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato Nicolino Pagano (classe 1967), residente in Gaggi (Messina), per traffico di stupefacenti e sequestrato di Kg 1,1 di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Fondamentale l’intensificazione dei controlli di polizia nei luoghi particolarmente sensibili per gli illeciti traffici, quali la stazione ferroviaria, l’aeroporto e il casello autostradale di San Gregorio di Catania.

L'intervento ed il sequestro da parte della Guardia di Finanza
L’intervento ed il sequestro da parte della Guardia di Finanza

Così, nel corso di un servizio a contrasto del traffico di droga svolto nei giorni scorsi presso il citato casello, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria hanno fermato e sottoposto a controllo una Fiat Grande Punto. Il conducente, identificato nel Pagano, sin da subito, ha dato chiari segni di nervosismo.

I finanzieri hanno condotto un più approfondito controllo dell’autovettura che ha consentito di rinvenire, nascosto tra il sedile anteriore lato passeggero e il corrispondente sedile posteriore, una busta di cartone con all’interno due contenitori in cellophane, nei quali erano complessivamente occultati Kg. 1,1 di marijuana.

Individuato lo stupefacente, i finanzieri hanno quindi proceduto, sotto il coordinamento della locale Autorità Giudiziaria, all’arresto del Pagano, già gravato da numerosi precedenti di polizia, anche per spaccio di sostanze stupefacenti. La marijuana sequestrata, verosimilmente destinata al mercato messinese, avrebbe fruttato, al dettaglio, circa 10.000 euro.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*