Presentati stamattina a Catania i cinque lavori del nuovo cartellone di prosa del Teatro Mobile

Nella foto di Adriano Calabria un momento della conferenza stampa di stamattina

E’ stata presentata stamattina nella Sala Verde del Borghetto Europa di Catania una nuova stagione teatrale, quella del Teatro Mobile di Catania che si svolgerà da Dicembre 2016 ad Aprile 2017 al Teatro ABC in via Pietro Mascagni, 92. A presentare il nuovo progetto ed il cartellone 2016-2017, grazie alla produzione di Giovanni Pappalardo, il direttore artistico Francesca Ferro e l’attore e regista Francesco Maria Attardi che, alla presenza di alcuni artisti e registi coinvolti nella stagione, hanno elencato i titoli in cartellone.

La presentazione del cartellone del Teatro Mobile (Ph. Adriano Calabria)
La presentazione del cartellone del Teatro Mobile (Ph. Adriano Calabria)

Apertura il 3 Dicembre con il nuovo testo “Lo sterminio” di Francesco Maria Attardi e Francesca Ferro e che vede contrapporsi due coppie con due estrazioni sociali differenti e con un solo modo per risolvere i problemi: discutere. Protagonisti Francesca Ferro, Massimiliano Vado, Ilenia Maccarrone.

Il 7 Gennaio 2017 in scena un classico di Luigi Pirandello, “Liolà”, diretto da Antonello Capodici e con Rosario Marco Amato, Vitalba Andrea, Ciccio Abela, Mirella Petralia. L’1 Febbraio in scena “Modigliani” di Angelo Longoni, con Marco Bocci e Romina Mondello, Claudia Potenza, Giulia Carpineto e Vera Dragone.

Il 19 Marzo sarà la volta di “Il canto del cigno” da Cechov, regia di Franco Giorgio, con Marcello Perracchio e Giovanni Arezzo. Due attori si ritrovano casualmente sulle tavole di un palcoscenico di notte e raccontano la propria vita, quella delle persone a loro vicine, quella dei personaggi interpretati, che interpreteranno e che non interpreteranno mai.

La prima stagione di Teatro Mobile si chiuderà il 15 Aprile con “Operazione rimpatrio” di Guglielmo Ferro con Ileana Rigano e Agostino Zumbo, regia di Francesca Ferro, storia surreale e tragicomica su un impossibile ritorno in patria degli emigrati in una Sicilia diventata nazione confederata e contemporaneamente terra promessa.

di Maurizio Sesto Giordano 675 Articles
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venticinque anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggiquotidiano.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*