Lega Pro, proficuo incontro tra l’amministrazione comunale e l’A.D. del Catania Lo Monaco: “È un buon viatico per ripartire”

Nella foto (calciocatania.it) Lo Monaco, Bianco e Scialfa al Comune di Catania

Il Sindaco di Catania, Enzo Bianco e l’assessore allo Sport, Valentina Scialfa hanno ricevuto, martedì 5 Luglio, a Palazzo degli Elefanti, l’Amministratore Delegato del Catania Calcio, Pietro Lo Monaco,  è stato un incontro cordiale e costruttivo, nell’ottica di una fondamentale collaborazione.
Il Sindaco di Catania Enzo Bianco ha dichiarato: “Sono contento per il ritorno di Pietro Lo Monaco: è una garanzia di qualità, serietà e professionalità. Voglio rassicurare la città: il Comune, per quanto di sua competenza, vuole incoraggiare la ripartenza della squadra. Da molti anni manca una convenzione tra Calcio Catania e Comune: siamo pronti, con l’Assessore Scialfa, ad andare in questa direzione”.
Il primo cittadino di Catania si è espresso anche sull’ipotesi di un nuovo stadio e sulle forme di collaborazione tra l’Amministrazione e il club. L’Amministratore Delegato del Calcio Catania Pietro Lo Monaco ha aggiunto: “Ringrazio il Sindaco per la disponibilità che sta dimostrando nei confronti del Catania: è stato eccezionale, ci ha seguito e ci ha dato disponibilità a sistemare le cose del passato e ad un discorso che riguardi la convenzione futura e che regoli il rapporto nel rispetto delle parti. È un buon viatico per ripartire. Grazie di cuore anche all’Assessore Scialfa che ha dimostrato grande sensibilità: qualche giorno addietro è bastata una telefonata e si sono subito attivati per una documentazione basilare per la nostra iscrizione al campionato. Nei prossimi giorni faremo un tavolo di lavoro per un futuro che sancisca collaborazione concreta e seria tra Amministrazione Comunale e Calcio Catania“.
Sulle vicende societarie, il dirigente rossazzurro ha precisato: “Chiariamo che l’eventuale prezzo di vendita del Catania, per qualsiasi imprenditore che avesse la volontà di adottare un piano di rilancio per portare il Catania a certi livelli e soprattutto investire in città, non è dettato da richieste della Finaria ma dal bilancio: c’è una valutazione X di Torre del Grifo, sancita a bilancio, e c’è una situazione debitoria Y, sancita a bilancio. Il prezzo è fatto: X-Y, nè si può fare diversamente perché sapete bene che la lente d’ingrandimento, per ciò che riguarda Finaria e Calcio Catania, è veramente grossa. Se c’è un gruppo che ha voglia di fare questo, sa perfettamente come stanno le cose e non deve fare nessuna trattativa“.
C’è la possibilità che il Catania si alleni allo stadio Massimino?
No, c’è una sacralità del manto erboso da salvaguardare sempre e comunque – spiega l’Amministratore Delegato – lo stadio è per la partita domenicale, gli allenamenti si svolgeranno nel nostro Centro Sportivo e ci saranno giornate dedicate alle sedute a porte aperte, al di là delle giornate in cui è giusto che la squadra lavori in solitudine per provare le situazioni di gioco“.
Fonte: calciocatania.it
di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*