Emergenza incendi, fiamme in diverse zone della città ed impegno per Vigili del Fuoco, Protezione Civile comunale e Forze dell’Ordine

Incendio domato dai Vigili del Fuoco

Fiamme e emergenza in diverse zone della città. Ore difficili a causa dei tanti incendi che si sono sviluppati nelle ultime ventiquattro ore. Il più esteso ha riguardato la zona del campo Roma di Zia Lisa, altri incendi sono scoppiati nei pressi dell’Oasi del Simeto, a Fossa Creta e persino all’intero della rimessa Amt di Pantano d’Arci. Roghi di minore entità sono divampati in altre zone della città. Duro il lavoro di Vigili del Fuoco, Protezione Civile comunale, volontari, operatori del Comune e Forze dell’Ordine.

Il vicesindaco Marco Consoli e l'assessore Rosario D'Agata
Il vicesindaco Marco Consoli e l’assessore Rosario D’Agata

Il sindaco di Catania Enzo Bianco si è voluto accertare personalmente della situazione e, accompagnato dal vicesindaco Marco Consoli, dal comandate dei Vigili urbani Pietro Belfiore e dal suo consulente per la Protezione Civile Salvo Consoli, si è recato in alcune delle aree interessate dagli incendi. Per quel che riguarda Zia Lisa, è stato attivato un presidio leggero, in coordinamento con i servizi sociali e le associazioni che hanno contatto con la comunità rom, per garantire pasti alle circa 300 persone evacuate e per provvedere al reperimento di alloggi di emergenza. Cosa, quest’ultima, che è stata rifiutata dalle famiglie rom che hanno preferito trovare alloggio presso altre comunità della medesima etnia dell’hinterland catanese.

Protezione Civile
Protezione Civile

Il vicesindaco Marco Consoli e l’assessore Rosario D’Agata, mantenendosi in stretto contatto con il sindaco Bianco, dopo lo spegnimento dell’incendio da parte dei Vigili del Fuoco hanno fatto nella mattinata un sopralluogo nel campo rom ormai deserto e messo in sicurezza. Salvo Consoli ha anche provveduto con la Protezione Civile ad effettuare un controllo nelle aree limitrofe all’incendio, compresa quella del Cimitero, nel corso del quale si è appurato che non esiste alcun pericolo per la popolazione. I Vigili Urbani hanno in ogni caso attivato un presidio di sorveglianza.

La Protezione Civile ha effettuato diversi interventi anche con la motopala: nella ex scuola Ungaretti per la recrudescenza di un focolaio, all’interno del cimitero su richiesta dei Vigili Urbani, sulla tangenziale in prossimità dello svincolo di Misterbianco su richiesta dell’Anas, nell’Oasi del Simeto su richiesta del Corpo Forestale.
Sull’origine degli incendi le autorità competenti preferiscono non pronunciarsi se prima non verranno effettuati tutti i controlli del caso.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*