Controlli della Polizia ieri in Centro città, elevate sanzioni al Codice della strada per 32.000 Euro

Controlli della Polizia nel Centro storico di Catania

Nella giornata di ieri, personale del Commissariato Centrale, nel quadro di servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Catania volti alla prevenzione dei reati predatori e alla repressione delle violazioni al Codice della strada, ha operato dei controlli nel centro città, e di pattugliamento degli itinerari turistici più importanti .

Sono state identificate 37 persone; controllati 23 veicoli; elevati 30 verbali per violazioni al Codice della Strada e 3 sanzioni amministrative ex art. 116 C.d.s; controllate 10 persone sottoposte agli arresti domiciliari e alla sorveglianza speciale di P.S.; inoltre è stata confiscata 1  autovettura, sequestrati 2 motocicli

e 3 auto e ritirate 2 carte di circolazione.

Nell’ambito del servizio ed al fine di contrastare il fenomeno dell’abusivismo,  controllata in Corso dei martiri della libertà, un’autovettura, con una donna seduta sul sedile posteriore, accertando che il conducente stava effettuando l’attività di tassista senza essere in possesso delle prescritta licenza, motivo per il quale gli sono state elevate contestazioni al Codice della strada per l’importo complessivo di Euro 1775 e confiscata l’autovettura utilizzata. All’uomo, identificato per L.S. classe 1957, è stato anche contestato il reato di violenza o minaccia a pubblico ufficiale poiché, da precedente attività investigativa svolta da personale dipendente, è stato accertato che, nel decorso mese di agosto, aveva minacciato una delle guardie particolari giurate in servizio presso il terminal bus di Via Archimede al fine di fargli omettere un atto di ufficio o servizio; l’addetto alla vigilanza infatti era “reo” di non consentirgli di avvicinare gli utenti appena scesi dai bus.

 Durante il servizio è stato controllato, unitamente a personale del servizio veterinario e dell’igiene pubblica dell’ASP di Catania, l’esercizio pubblico in  Via M. Rapisardi, denominato “I Carbonari”, che è stato contravvenzionato per occupazione abusiva di suolo pubblico e violazione delle norme sull’etichettatura per complessivi 2169 Euro; sono stati sottoposti a sequestro 4 motoveicoli, per mancato uso del casco protettivo e  di copertura assicurativa e due autovetture, per mancanza di copertura assicurativa e revisione. L’importo complessivo delle sanzioni al Codice della strada elevate ammonta a circa 32.000 Euro.

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*