Recuperate ieri dal Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, tre persone disperse sull’Etna a quota 1400 mt.

Intervento del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (SAGF) di Nicolosi

I militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi, ieri, hanno effettuato un intervento di ricerca nei confronti di tre ricercatori di funghi, smarritisi nel versante sud est dell’Etna, nella zona del vallone del Turco, a circa 1400 mt di quota. A causa delle avverse condizioni meteo e della nebbia sopraggiunta, le tre persone, dopo essersi rese conto di aver perso l’orientamento nella fitta vegetazione, hanno richiesto telefonicamente i soccorsi.

La sala operativa del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania ha immediatamente attivato i militari specializzati del Soccorso Alpino di Nicolosi che, insieme alle squadre di soccorso del Corpo Forestale e ai volontari del Club Alpino Italiano, hanno avviato le ricerche dei dispersi. Dopo circa due ore, i tre soggetti, in preda allo spavento per l’avventura vissuta, sono stati ritrovati incolumi e riaccompagnati nella loro autovettura.

In questo periodo, particolarmente florido per la raccolta dei funghi, sono numerosi i soccorsi che coinvolgono persone che si avventurano per tale motivo sull’Etna, specialmente nelle meno calde ore pomeridiane che, tuttavia, sul Mongibelllo, sono anche quelle caratterizzate da repentine variazioni metereologiche che possono risultare pericolose per chi non conosce né adotta le specifiche precauzioni da osservare in montagna.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*