Forte scossa di 6.5 nel Centro Italia, epicentro tra Norcia, Castel Sant’Angelo e Preci

La cattedrale di Norcia dopo il terremoto (foto da Twitter)
Ancora paura nel Centro Italia, ancora scosse, crolli e tensioni tra la popolazione, sfiancata dalle continue scosse. Stamattina infatti il Centro Italia si è risvegliato con un’altra scossa di terremoto sentita pesantemente anche a Roma ma persino a Bolzano e in Austria. Secondo quanto comunicato dalla Protezione Civile, la magnitudo sarebbe di 6.5 (inizialmente era stata valutata in 7.1 e poi in 6.1) con epicentro tra Norcia, Castel Sant’Angelo e Preci.
A Norcia è crollata la cattedrale di San Benedetto, ad Amatrice è crollata la Torre Civica. Si sono poi registrati crolli anche ad Accumoli, mentre a Roma la metropolitana è stata chiusa temporaneamente per verifiche. A Cascia è in corso l’evacuazione dell’ospedale ed a Tolentino tre persone sono state estratte vive dalle macerie. Non si hanno ancora notizie di morti, feriti e della quantità di danni subiti dalla zona vicino all’epicentro.
di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*