Buon 2017 a tutti…e che sia davvero un anno sereno…

Ed eccoci alle ultime ore dell’anno. Sono passati 12 mesi, quasi senza accorgersene, in un solo attimo. E ci risvegliamo a vivere queste ultime ore del 2016, con le solite preoccupazioni, attese, speranze, illusioni, in una società che diventa ogni giorno più difficile, tra gioie e delusioni, risate e pianti, ironia e spietata realtà. Ancora una volta, ritroviamo le riunioni in famiglia, magari con parenti che non vedevi da mesi, ma uniti in nome di una ricorrenza che continua, a dispetto di tutto e di tutti, con il suo innegabile fascino, che crea l’atmosfera.

E manca poco per le baldorie, o presunte tali, di fine anno, occasioni in cui, forse, ci rendiamo conto che abbiamo trascorso altri 365 giorni della nostra vita. Ormai un altro anno è volato via e ci apprestiamo a ricominciare nel 2017.

E mentre tutti ci prepariamo a vivere nel modo migliore gli ultimi spiccioli dell’anno, alla faccia del lavoro che non c’è, del padrone di casa sempre più tirchio, del direttore sempre più prepotente e rompiscatole, di una solitudine – anche in compagnia – che continua a braccarci dietro l’angolo, mentre, giorno dopo giorno, perdiamo dei sorrisi.

In qualche modo ci si prepara a trascorrere il fine anno e l’1 Gennaio ed anche questo viene deciso facendo i conti con quanto si potrà spendere. C’è chi opterà per le settimane bianche o per le mete obbligate che rimangono Parigi, Vienna, Malta. Ma sicuramente molti sceglieranno il fine anno in comitiva, a casa di qualche amico dove, spendendo decisamente poco, saranno assicurate risate, tranquillità ed amicizia, anche se spesso di circostanza.

Notte di San Silvestro, quindi, a casa della comitiva o dei parenti, San Silvestro in discoteca, San Silvestro con l’amico di sempre per ubriacarsi e riflettere sull’anno andato via, San Silvestro con la propria anima gemella per festeggiare l’anno nuovo con tanti sogni nel cassetto. In qualsiasi occasione e latitudine il cenone è d’obbligo, così come l’abito più elegante, l’allegria, lo spumante a fiumi, gli auguri, anche se a volte di circostanza ed allora si dovrà girare la “Corda civile” per l’occasione.

Ciascuno in silenzio, anche negandolo, si farà l’esame di coscienza, rivedrà il suo comportamento, ripenserà a dove ancora sta sbagliando, con qualcuno o con qualcosa e prometterà dentro di se dei miglioramenti. Ognuno, in segreto, si prefigge in questo periodo un determinato obiettivo, insieme a qualcuno o da solo. Per una serata, per un momento, si dimenticheranno i problemi e le promesse, per poi rituffarsi, ricaricati dai divertimenti effimeri, nel tran tran del 2 Gennaio 2017, per ricominciare il film della tua vita, dove il protagonista sei tu e non sai mai a cosa andrai incontro e quando verrà scritta la parola fine.

Auguri sinceri a tutti di uno straordinario 2017, ma soprattutto più normale, più giusto, più umano…

Auguri in video…

di Maurizio Sesto Giordano 584 Articles
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venticinque anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggiquotidiano.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*