Trasporti, nel 2019 fermata della Ferrovia a Fontanarossa

Il ministro Delrio ed il sindaco Bianco

“Una firma di straordinaria importanza perché l’aeroporto di Fontanarossa è uno degli elementi trainanti dello sviluppo di Catania e dell’Isola”. Così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha definito quella per sottoscrivere il Protocollo d’intesa per la realizzazione della fermata ferroviaria Catania Fontanarossa per servire lo scalo.

Il protocollo è stato firmato, alla presenza del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti da Bianco per il Comune di Catania, da Maurizio Gentile, ad di Rfi (Rete ferroviaria italiana), dalla presidente della Sac (Società aeroporto Catania) Daniela Baglieri, e da Roberto Vergari, Direttore Centrale Vigilanza Tecnica di Enac (Ente nazionale per l’Aviazione civile).

“Realizzare – ha detto Biancoquesta fermata è un fatto importante perché consentirà al nostro aeroporto di essere collegato con l’intera Sicilia attraverso la ferrovia e, come ha ricordato con orgoglio il Ministro, le performance del nostro scalo aereo sono eccezionali. Rete ferroviaria italiana ha fatto oggi a Catania un regalo prezioso: per troppi anni il Sud è stato trascurato ma negli ultimi tempi abbiamo recuperato ogni giorno terreno e adesso siamo pronti ad avere una rete ferroviaria moderna di livello europeo”.

“Quando due anni e mezzo fa diventai ministro – ha ricordato Delrio Bianco, che sta svolgendo uno straordinario lavoro per il territorio, mi aveva subito parlato di questo progetto, strategico per la Sicilia e  in armonia con la politica del governo di collegare tra loro le diverse modalità di trasporto. Come tutti sanno in tante città abbiamo puntato su quella intermodalità che consente di spingere il nostro Paese verso la Mobilità sostenibile. Questo è, insomma, un altro investimento molto importante per Catania e la Sicilia”.

La fermata a servizio dell’aeroporto, a totale carico di Rfi, costerà circa cinque milioni di euro e dovrebbe essere pronta per la fine del 2019. L’intesa prevede la programmazione dei servizi su rotaia da parte di Rete ferroviaria e quelli su gomma da parte di Sac.

Daniela Baglieri ha espresso il proprio apprezzamento per questa convenzione “che si tradurrà in maggiori servizi ai passeggeri” e ha elogiato “Questi tavoli concreti fra le istituzioni, che confermano come lavoro di squadra e visione strategica condivisa siano indispensabili per proiettare Catania nella dimensione internazionale che merita”. Compiacimento anche dall’ad di Sac Nico Torrisi per la “proficua interlocuzione fra Delrio, Bianco e vari enti” che ha portato a un investimento “che realizza l’intermodalità e collega Fontanarossa con le direttrici di Messina, con Taormina, e Siracusa, i grandi poli turistici della Sicilia sud-orientale”. Torrisi ha ricordato che la fermata sarò realizzata “nell’area dei terreni di recente ceduti a Sac, per il tramite dell’Enac, dall’Aeronautica Militare”.

“L’Enac – ha sottolineato Vergarisi impegna ad approvare al più presto i progetti relativi all’opera in modo da accelerarne al massimo la realizzazione. La stazione contribuirà allo sviluppo ulteriore dell’aeroporto catanese e, soprattutto, renderà più facile, veloce e piacevole il viaggio per tutti coloro, viaggiatori, accompagnatori o lavoratori, che vorranno raggiungere lo scalo”.

Nel corso dell’incontro, inoltre, l’assessore ai Trasporti Luigi Bosco e Maurizio Gentile, hanno sottoscritto l’accordo quadro tra Regione Siciliana e Rfi per migliorare gli standard di puntualità nel traffico ferroviario.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*