Ad Aci Catena commemorata la figura di Orazio Vecchio “sindaco della pace” dal 1956 al 1968 e dal 1985 al 1988

La mattina di domenica 17 settembre, ad Aci Catena, l’ex cinema “Savoia”, sito in via IV Novembre 16, a pochi metri da piazza Umberto, come deliberato l’anno scorso dalla Giunta Mesano, è stato intitolato al prof. Orazio Vecchio, compianto “sindaco della pace” della cittadina acese dal 1956 al 1968 e dal 1985 al 1988, fondatore, editore, direttore del periodico cattolico “La Voce dell’Jonio” a servizio della diocesi di Acireale, ora diretto dal figlio Giuseppe, giornalista professionista presidente del Consiglio di disciplina territoriale dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e già in servizio nella redazione de “La Sicilia” e presidente regionale dell’Unione Cattolica Stampa Italiana (UCSI) e delegato regionale Sicilia della Federazione Italiana Settimanali Cattolici (FISC).

   L’evento è stato organizzato dal Comune di Aci Catena e dalla famiglia Vecchio e caratterizzato dalla svelatura della targa posta all’ingresso dell’auditorium, dall’omaggio del sindaco Nello Oliveri. e dalla testimonianza dell’ex sindaco Nino Quattrocchi. Sono stati letti brani di comizi e di pensieri vari ed esposte e proiettate fotografie riguardanti il servizio politico-amministrativo del prof. Vecchio, docente di matematica e fisica, cattolico praticante, marito e padre esemplare, appassionato giornalista, militante nel partito della Democrazia Cristiana. Ispirò la sua azione sociale a quella del servo di Dio Giorgio La Pira, il “sindaco santo” di Firenze.

   Nella sezione dedicata ai libri pubblichiamo a commento della lodevole iniziativa del Comune di Aci Catena un’inedita “presentazione” del volume (http://www.cronacaoggiquotidiano.it/2017/09/21/maria-musumeci-orazio-vecchio-luno-specchio-allaltra-corrispondenza-spirituale-coppia-acese/) pubblicato a cura dei figli e contenente l’epistolario intercorso tra Orazio Vecchio e la sua amata fidanzata e poi moglie Maria Musumeci, per onorare la memoria di un uomo buono, giusto, cittadino esemplare, rigoroso amministratore pubblico, la cui vita coniugale richiama quella dei coniugi beati Luigi Beltrame Quattrocchi e Maria Corsini, catanese lui, fiorentina lei, beatificati domenica 21 ottobre 2001 da Papa San Giovanni Paolo II.

 Antonino Blandini

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*