Serie C, il Catania di Lucarelli ospite stasera sul difficile campo del Cosenza

Cosenza-Catania

Con la questione “Massimino” ancora da risolvere tra Amministrazione comunale e società, il Catania di mister Lucarelli (che rientra dopo le due giornate di squalifica), nell’odierna giornata di serie C, affronta stasera in trasferta alle ore 20.30 (arbitro il signor  Federico Dionisi della sezione di L’Aquila), al “San Vito – Luigi Marulla” l’insidioso Cosenza del nuovo tecnico Piero Braglia. I rossazzurri sono reduci da tre vittorie consecutive (Lecce, Virtus Francavilla e Fidelis Andria) e sono secondi in classifica con 10 punti, a meno tre dal Monopoli capolista e in compagnia di Siracusa e Lecce. Discorso diverso invece per il Cosenza penultimo con soli due punti, a più uno dal Fondi, fanalino di coda. Per i calabresi solo due punti in cinque gare, due pareggi e tre sconfitte e con la difesa che ha già incassato 10 reti.

Ma vediamo di analizzare schieramenti e probabili formazioni:

Nel Catania mister Lucarelli non ha problemi di formazione e quasi sicuramente confermerà il modulo 3-5-2, con alcuni ballottaggi anche in funzione dell’impegno ravvicinato di martedì 3 Ottobre al “Massimino” contro il Monopoli. Questo il probabile schieramento: Bogdan-Blondett in difesa, Semenzato-Esposito sull’out destro, Biagianti-Fornito in mediana, Marchese-Djordjevic sulla corsia mancina, Curiale-Ripa Russotto-Di Grazia in attacco.

In casa Cosenza mister Braglia non dovrebbe stravolgere più di tanto il 4-3-3 strutturato dal suo predecessore. Spazio, quindi, a un 4-2-3-1 con il francese Baclet unica punta, Loviso in mediana, Statella e Caccavallo sulla trequarti. Assente l’attaccante Ettore Mendicino.

Infine ricordiamo che la scorsa stagione il Catania riuscì a sbancare il “San Vito” vincendo per 2-1 (reti di Bergamelli e Mazzarani dopo il momentaneo vantaggio calabrese di Baclet).

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*