Sospensione volo Ryanair Catania-Cagliari del 2 ottobre, i consigli di ItaliaRimborso per un risarcimento passeggeri

Ancora problemi per la compagnia Ryanair ed ancora disagi per i passeggeri danneggiati, questa volta però non si tratta di una delle cancellazioni annunciate dalla compagnia irlandese leader dei voli low cost, parliamo infatti del volo Ryanair FR375 che sarebbe dovuto partire il 2 ottobre 2017 alle 17:40 dall’Aeroporto Vincenzo Bellini di Fontanarossa-Catania per atterrare al Mario Mameli di Elmas-Cagliari.

Stando a quanto dichiarato da alcuni passeggeri sui social sembrerebbe che dopo essere saliti sull’aeromobile i passeggeri siano stati fatti scendere e subito dopo accompagnati nuovamente all’interno dell’aerostazione etnea.

Lo staff Ryanair non avrebbe fornito alcuna spiegazione della sospensione del volo e tali motivazioni risultano ad ancora ignote.

Già diverse le pratiche di rimborso avviate da ItaliaRimborso.it, leader italiano nel settore dei rirarcimenti per danni e disagi subiti a causa di voli cancellativoli in ritardooverbookingbagaglio in ritardo/smarrito/danneggiato.

Se anche tu sei uno dei passeggeri di questa tratta ed hai subito i disagi relativi alla sospensione del volo puoi chiamare il 06 56548248 oppure inviare una mail a info@italiarimborso.it inserendo:

  1. Copia di un documento di identità

  2. Copia del biglietto, oppure foto del biglietto, oppure email di conferma di prenotazione del volo da parte di Ryanair

  3. Descrizione sintetica del disagio subito

Consulenza istruzione della pratica sono gratuitilo staff legale si occuperà di istruire la tua pratica di rimborso in breve tempo e senza alcun costo.

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*