Serie B, all’Amatori Catania la “stracittadina” con il Cus, i biancorossi si impongono alla “Cittadella” per 12-3

Mischia Amatori-Cus (Foto Mariagrazia Schiros)

Va all’Amatori Catania per 12-3 la “stracittadina” con il Cus Catania giocatasi nel pomeriggio alla Cittadella universitaria per l’odierno turno di serie B. Il punteggio comunque testimonia di come si sia trattata di una gara combattuta e che nessuno voleva perdere ed alla fine l’ha spuntata, con sofferenza, proprio il quindici di Ezio Vittorio.

Si lotta in touche (Ph. Mariagrazia Schiros)

Nel primo tempo l’infortunio di Palmieri costringeva l’Amatori al primo cambio ed entrava Giustolisi. Parasiliti sfiorava la meta, ma il passaggio risultava in avanti. I padroni di casa del Cus intanto si facevano sotto mentre capitan Borina e compagni commettevano troppi errori e costruivano poco. Ed al 36‘ ecco il calcio piazzato del Cus, per una punizione, realizzato da Smiroldo per il 3-0 degli universitari di Carlo Leonardi.

Nella ripresa Ezio Vittorio, con una Amatori irriconoscibile, metteva dentro Bognanni per Parasiliti. I biancorossi reagivano e trovavano al 9′ la meta sfruttando un’ottima mischia da dove veniva fuori fuori Cosentino e realizzava. Borina poi trasformava per il 3-7. Pezzano poi, dopo 10′, andava ancora in meta ma l’arbitro annullava per passaggio in avanti. Al 36′ però arrivava la seconda meta per l’Amatori con Pezzano, ma Borina  non trasformava.

La meta di Pezzano (Ph. Mariagrazia Schiros)

Il  Cus Catania con orgoglio provava a venire su fino alla fine ma non trovava la giocata utile per andare in meta e la partita si chiudeva con la vittoria per 12-3 per i biancorossi di Ezio Vittorio. Amatori Catania che conquistava così la quarta vittoria consecutiva, ma il gioco dei biancorossi è ancora da rivedere: troppi errori, troppe pause. Per il Cus, invece, ancora tanta generosità, tanta voglia di fare, ma si rimane ancora con un solo punto in classifica.

“Prendiamo la vittoria e basta – afferma  coach Ezio Vittoriosiamo stati irriconoscibili per tutto il primo tempo. Nella ripresa abbiamo trovato maggiore continuità e pressione nella metà campo avversaria, ma abbiamo raccolto meno rispetto a ciò che dovevamo. Siamo distanti da ciò che questa squadra può e deve dare. Credo che sia più un problema mentale e da martedì cercheremo insieme di capire cosa vogliamo fare da grandi”.

Nel prossimo turno, il 5 Novembre, l’Amatori Catania ospiterà l’Avezzano ed il Cus renderà visita al Paganica.

di Maurizio Sesto Giordano 675 Articles
Giornalista con esperienza trentennale nella carta stampata, ha collaborato per oltre venticinque anni col “Giornale di Sicilia”. Cronista e critico teatrale, da anni collaboratore dell’associazione Dramma.it, cofondatore nel 2005 del quotidiano di informazione www.cronacaoggiquotidiano.it. Esperto in gestione contenuti, editing, video, comunicazione digitale e newmedia, editoria cartacea, consulenza artistica, teatrale e sportiva.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*