Al Centro Zo di Catania, per “Altrescene, ciclo Nuova drammaturgia Sicilia”, il 5 Novembre “Mari/age”, il 10 e 11 “Tυφῶν-Tifeo il tradimento dell’orecchio”

Il logo della rassegna

Per il ciclo Nuova Drammaturgia Sicilia, all’interno della rassegna di teatro contemporaneo Altrescene, sul palco di Zo Centro Culture Contemporanee a Catania, due nuovi spettacoli in calendario.

“Mari/age”

Domenica 5 Novembre, alle ore 21, “Mari/age”, farsesca sagra kitsch dai tic proletari, pranzo di nozze con gli spettatori in veste di invitati. Testo e regia di Rosario Palazzolo, con Delia Caliò, Viviana Lombardo, Sabrina Petyx, Dario Raimondi, Chiara Italiano.

Due date invece, venerdì 10 e sabato 11 Novembre, alle ore 21, per lo spettacolo “Tυφῶν-Tifeo il tradimento dell’orecchio” che vedrà sul palco e alla regia Turi Zinna (ideazione di Maria Piera Regoli, Turi Zinna, Giancarlo Trimarchi e Fabio Grasso, supervisione artistica di Federico Magnano San Lio).

Locandina “Tifeo”

Contestualmente prendono il via anche gli incontri con gli artisti della Rassegna Altrescene 2017-2018, organizzati da Zo Centro Culture Contemporanee, in collaborazione con Accademia di Belle Arti e Università degli Studi di Catania. Il primo appuntamento è per lunedì 6 Novembre alle ore 12 nell’aula 254 del Monastero dei Benedettini: protagonista sarà Rosario Palazzolo, autore e regista di Mari/Age. L’incontro, coordinato dalla docente di Discipline dello Spettacolo, Stefania Rimini, illustrerà il percorso creativo dello spettacolo.

Venerdì 10 Novembre, alle ore 10, si svolgerà un incontro aperto con l’artista Turi Zinna, attore e regista di Tυφῶν-Tifeo il tradimento dell’orecchio. L’incontro è organizzato in collaborazione con Accademia di Belle Arti e Università degli Studi di Catania, coordinato dalla docente di Discipline dello Spettacolo, Stefania Rimini.

Gli spettacoli

5 Novembre, ore 21 – Mari/age

Farsesca sagra kitsch dai tic proletari, pranzo di nozze con gli spettatori in veste di invitati. Le note di Al Bano e Romina, Fausto Leali e ancora Gen Rosso, il karaoke, un brindisi da compiere come rito iniziatico. Pensieri stentati, fantasie di provincia, sogni comuni. Il processo si arresta con clamore: liberi tutti.

Testo e regia di Rosario Palazzolo
con Delia Caliò, Viviana Lombardo, Sabrina Petyx, Dario Raimondi, Chiara Italiano
Scene Luca Mannino
Luci Michele Ambrose, Alice Colla
Aiuto regia Antonella Babbone, Monica Cavatoi
Assistenti alla regia Irene Curatolo Nocera, Angelo Grasso

10-11 Novembre, ore 21 – Tυφῶν – Tifeo il tradimento dell’orecchio

Rinchiuso nel retro della propria mente, il vecchio Tifeo non riesce più a incutere terrore de-stabilizzando l’intero universo come fece ai tempi dell’insurrezione contro l’Olimpo. Il dottor Cadmo  lo cura ipnotizzandolo con la musica del razionalismo progressista. Il suo scopo è normalizzare la bestia.
Tifeo, allora, come forma estrema di insubordinazione decide di conformarsi volontariamente alla cultura dominante.  Ciò che vedono gli osservatori fuori dal suo mondo interiore è un uomo che pur di non sentire più la musica ammaliante delle magnifiche sorti e progressive si taglia un orecchio.

Ideazione Maria Piera Regoli, Turi Zinna, Giancarlo Trimarchi e Fabio Grasso
testo regia e interpretazione Turi Zinna
musiche dal vivo e ingegneria del suono Fabio Grasso e Giancarlo Trimarchi
interattività scena digitale Luca Pulvirenti/laboratorio Mammasonica in collaborazione con Piero Douber (Hackspace)
scena Salvo Pappalardo
disegno luci Aldo Ciulla
supervisione artistica Federico Magnano San Lio
Produzione Retablo

Video

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*