A Tremestieri Etneo la relazione annuale della Confraternita del SS. Sacramento

Riceviamo e pubblichiamo la relazione annuale del Governatore, Vicenzo Caruso presentata alla Confraternita del SS. Sacramento di Tremestieri Etneo.

L’anno 2017 è stato particolarmente “attivo” e ricco di spunti per gli anni a venire per la Confraternita del SS. Sacramento di Tremestieri Etneo. Lo vedremo insieme, elencando i tanti momenti ed iniziative che nel corso dell’anno hanno caratterizzato la mission della nostra Confraternita: l’essere parte viva del Popolo di Dio, nel culto a Dio e alla Madre di pace, la Madonna della Pace, e alla Vergine Barbara, patrona di Tremestieri Etneo (prima della 3 C che fondano ogni Confraternita: le altre C – dopo il culto – sono la carità e la cultura) e questo aspetto particolarmente attenzionato e vissuto insieme alle altre Confraternite della Diocesi; quindi la carità, espressa in piccole formule, come descriveremo, insieme alla Confederazione Diocesana delle Confraternite, e infine la cultura, con specifiche iniziative intraprese che vedremo in dettaglio.

Cominciamo con la partecipazione all’Assemblea Generale della Confederazione del 31 Marzo, convocata presso il Salone Sant’Agata del Seminario Arcivescovile, alle ore 17.00, per le annuali formalità statutarie e per la riflessione, curata da P. Antonio De Maria, sul tema: “Confraternite e Quaresima: identità e missione nella Chiesa Sinodale”.

E, a seguire, l’indomani – 1 Aprile – in Cattedrale, partecipazione alla Santa Messa nel Triduo di Sant’Agata, unitamente a tutte le altre Confraternite – con l’offerta di un cesto ripieno di omogeneizzati per le ragazze madri della Caritas diocesana.

Ancora a seguire – il 2 Aprile – nella nostra parrocchia, organizzazione dell’incontro culturale di presentazione del libro “Diversamente amabili” di Nunziatella Cavalieri sull’esperienza di volontariato con i senza fissa dimora, uno degli “scarti” della nostra società, per usare un termine caro a papa Francesco.  L’incontro ha avuto un eco anche nazionale, essendo stato riportato con un’ampia sintesi di contenuto e di foto, anche nella rivista nazionale delle Confederazione delle Confraternite d’Italia – “Tradere” di chiama la rivista –  occupando tutta la pagina 33.

Quindi il 21 Aprile, nel pomeriggio c’è stata la Via Lucis nel Cimitero e poi, a conclusione, nella Cappella della Confraternita la Santa Messa in apertura della festa della Madonna della Pace.

Il 21 Maggio, alle ore 17:30, altro momento “culturale” promosso dalla Confraternita: la proiezione del film-documentario nel salone parrocchiale dal titolo “Wallah: je te jiure” – storie di uomini e donne in viaggio lungo le rotte migratorie d’Africa”.

Il 27 Maggio, nuovo appuntamento diocesano confraternale: la partecipazione alla “Veglia nella Solennità dell’Ascensione di Gesù” a San Giovanni Galermo (con un cammino processionale dalla Chiesa Madre alla nuova Chiesa dei Santi Zaccaria ed Elisabetta).

Momento importante, direi importantissimo, è stato quello che abbiamo vissuto il 23 Giungo, in parrocchia, in occasione della festa del Sacratissimo Cuore di Gesù. Dopo una “tre giorni”, in realtà tre incontri di catechesi per la formazione personale e sull’essere confrati concordati e voluti dal parroco e assistente ecclesiale della Confraternita don Salvatore Scuderi, hanno pubblicamente professato la loro appartenenza alla Confraternita e l’investitura ufficiale con la medaglia-distintivo, tutti i confrati e le consorelle che negli ultimi anni hanno aderito alla Confraternita.

Il 2 Settembre, dopo la pausa estiva, ecco il pellegrinaggio-gita al Santuario di Maria SS.ma della Vena, a Vena di Piedimonte Etneo, per partecipare alla processione eucaristica per le vie della piccola frazione, alla Santa Messa celebrata dal vescovo di Acireale mons. Antonino Raspanti, alla presentazione del libro “E ancora di più” della scrittrice Milly Bracciante e, sulla strada del ritorno, alla pizza comunitaria consumata in un locale di Milo.

Quindi il 21 Ottobre abbiamo partecipato, insieme a rappresentanti di altre Confraternite e della Presidente della Confederazione diocesana alla 1^ Convention Confraternite di Sicilia, che si è svolta presso il Duomo di Cefalù, con la presenza del vescovo di Cefalù, mons. Manzella, dei Dirigenti della Presidenza della Confederazione delle Confraternite d’Italia e di mons. Lo Monte, delegato regionale delle Confraternite di Sicilia, che in un appassionato e forte appello a riscoprire l’identità e la missione delle Confraternite, ha annunziato il prossimo Cammino Confraternale di Sicilia che si terrà a Marsala a fine settembre 2018 sul tema “Confraternite con i Giovani: per educare a conservare la religiosità popolare esercitando la carità”.

Tra gli ultimi appuntamenti dell’anno 2017: innanzitutto ricordiamo il 14 novembre, perché in vista del rinnovo delle cariche sociali della Confederazione diocesana nell’ambito dell’Assemblea  generale di fine anno 2017 o inizio 2018 (poi comunque annullata), abbiamo provveduto negli uffici di Curia a saldare le quote di contributi che la nostra Confraternita è tenuta a versare, in  quanto ente giuridico nominato dalla Diocesi di Catania: e precisamente 596,16 euro per i contributi da bilancio per gli anni dal 2012 al 2016 e 1474,70 euro per le quote annuali stabilite dalla stessa Curia dal 2001 al 2017, per un totale di 2070,86 euro versate alla Curia. E nella stessa data abbiamo dato un’offerta di 100,00 euro – così come hanno fatto tutte le altre Confraternite della diocesi – al Vescovo mons. Gristina, in occasione del Suo XXV.mo di ordinazione episcopale, avvenuta il 3 ottobre 2017 (l’offerta è destinata – su indicazione dello stesso Gristina – alla ristrutturazione della Casa del clero, per i sacerdoti anziani a riposo). Per l’Assemblea elettiva il sottoscritto aveva avanzato richiesta di candidatura quale componente del Consiglio Direttivo della Confederazione.

26 Novembre: Partecipazione al XVII Cammino Diocesano delle Confraternite, che si è tenuto ad Adrano nel giorno della Solennità di Cristo Re, in occasione del IX Centenario della Nascita di San Nicolò Politi.

Ed infine, l’annuale momento di meditazione in attesa del Natale, che si è svolta a Nicolosi presso la Chiesa Madre “Spirito Santo” il Giovedì 21 Dicembre, alle ore 19:00 con la riflessione proposta dal recital “Cantiamo il Natale”- Una grande parola: Amore” a cura del gruppo musicale “OndeVerdi72”.

Per quanto riguarda l’anno 2018 in corso, vogliamo continuare e, se possibile ulteriormente incrementare non solo nella quantità ma soprattutto nella qualità e sostanza delle iniziative e ulteriormente rafforzare i vincoli confraternali, anche nella gestione della Cappella cimiteriale e nelle attività parrocchiali e diocesane.

In quest’ottica è stato sviluppato – almeno per i confrati/consorelle provvisti di telefonia adeguata e di possibilità di collegamento alla rete internet – un sistema atto ad informare sulle iniziative e comunque ad aumentare la nostra specifica formazione di cristiani e sulla spiritualità confraternale: abbiamo dal 2017 una pagina facebook denominata “Confraternita del SS. Sacramento – Tremestieri Etneo” e una chat di whatsapp per un rapido invio di comunicazioni, oltre all’utilizzo – abbastanza in anticipo nell’applicazione di un avviso – della bacheca nella Cappella confraternale.

Quindi la partecipazione alle iniziative nella Diocesi, e tra queste quelle in occasione della festa di Sant’Agata (partecipazione alla Santa Messa del Triduo, in Cattedrale, con l’offerta di alimenti per la Caritas diocesana e quest’anno con la partecipazione del sottoscritto, a seguito di sorteggio tra i Governatori delle Confraternite, alla Messa del Pontificale del 5 febbraio, insieme alla Presidente della Confederazione prof.ssa Giuseppina Fazzio.

Altri aspetti formali, ma necessari al buon andamento delle attività nella Cappella, sono stati la sottoscrizione  in data 31 gennaio 2018 con la consorella Gagliano Rosaria dell’impegno di custodia “volontaria” (pur con un minimo di rimborso spese mensile) – per il trasferimento della precedente consorella Maria Valastro a Milano per motivi di salute –  e l’ulteriore riparazione del montascale perché se non usato si guasta, e ora è perfettamente funzionante; l’acquisto di nuove sedie e di tavolini d’appoggio per le necessità dei confrati.

La sistemazione dello stendardo processionale in un’apposita bacheca posta nel salone parrocchiale, per salvaguardarne le condizioni, allo stato attuale abbastanza precarie e già bisognevole di riparazione; e nella stessa bacheca inserire alcuni elementi distintivi della storia della Confraternita.

Ed ancora, partecipazione all’Assemblea che si terrà a Milano il 16 Giugno 2018 in occasione del XXVmo Cammino Nazionale di Fraternità dal titolo “I Giovani, la Fede e il discernimento vocazionale nelle Confraternite d’Italia”. Parteciperemo io come Delegato della Confederazione di Catania, su indicazione della Presidente impossibilitata per motivi familiari, e il Tesoriere Antonio Valenti a rappresentare la nostra Confraternita di Tremestieri.

E in programma, oltre a tutto il resto – le partecipazioni agli eventi parrocchiali del Corpus Domini e di Santa Barbara, della celebrazione della Memoria liturgica del Beato Pier Giorgio Frassati, patrono delle Confarternite,  del Cammino delle Confraternite di Catania (non si farà la Veglia dell’Ascensione, come ci ha recentemente comunicato la Presidente), anche la prevista partecipazione al II Cammino delle Confraternite delle Diocesi della Sicilia che si terrà a Marsala il 29 e 30 settembre 2018.

Nei primi mesi dell’anno 2018 è stata nominata da parte del vescovo mons. Gristina la prof.ssa Giuseppina Fazzio quale Commissario della Confederazione delle Confraternite della Diocesi di Catania, visto che non erano sussistenti entro la data prevista le condizioni date dallo statuto per l’Assemblea.

di Michele Minnicino 20314 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*