Dopo 52 anni chiude l’istituto delle Suore SS. Crocifisso a Tremestieri Etneo

Cala il sipario, un pezzo di storia di Tremestieri Etneo si chiude. Dopo 52 anni le suore della congregazione delle Orsoline del SS. Crocifisso, inviati dalla casa di Castellammare del Golfo (TP) dalla fondatrice suor Maria della Croce su richiesta dell’allora parroco don Salvatore Consoli – era il 21 ottobre 1966 – della parrocchia Santa Maria della Pace, chiesa madre di Tremestieri Etneo, vanno via. Chiusa nei mesi scorsi l’attività che ha sempre caratterizzato l’apostolato delle suore – l’educazione dei bambini – oltre a quello della collaborazione nelle attività pastorali della parrocchia, la scuola materna “Bimbi Felici”, che per generazioni ha avviato la crescita umana e spirituale di tanti bambini e quella delle famiglie.

Sono andate già via a Palermo, nella casa generalizia della congregazione, le due suore tante care e volute bene da tutta la comunità, ma già avanzate negli anni, suor Gabriella – una delle suore della “prima ora” – e suor Gesualda, addetta alla cucina. A chiudere i battenti della casa di Tremestieri – chiusa per mancanza di vocazioni religiose, in questa congregazione come in tante altre! – è toccato a suor Agatina, ultima superiora della casa, che nei prossimi giorni continuerà il suo servizio di missione a Roma, nella casa di via Fratelli Bandiera 12. E a darle il saluto, in un clima di festa ma anche di mestizia, perché tanti – e di decenni – sono stati i momenti di comunione e di fraternità spirituale e di apostolato vissuti con lei, venuta per la prima volta a Tremestieri nel lontano 1973, la comunità parrocchiale l’ha fatto domenica 21 ottobre (sic!) – propriamente a 52 anni, in coincidenza del giorno ufficiale di arrivo delle suore a Tremestieri nel 1966.

Era nell’aria, si sapeva, che prima o poi sarebbe avvenuta la chiusura della casa di Tremestieri, così come purtroppo siamo abituati a vedere negli ultimi tempi anche di case di altri istituti religiosi; e questa consapevolezza era proprio nell’aria, la si respirava due anni fa, nell’anniversario dei 50 anni della presenza delle suore a Tremestieri, quando gli “ex bimbi felici” hanno ricordato con canti e musiche i tempi andati!

A nome di tutti, anche nella ricorrenza della festa dei 25 anni di sacerdozio di don Benedetto Sapienza, salesiano nativo di Piano Tremestieri, il parroco don Salvatore Scuderi ha consegnato a ricordo un piccolo simulacro artigianale della Madonna della Pace, titolare della parrocchia, per rimanere in comunione nella preghiera.

Vincenzo Caruso

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*