A Catania concerto sacro da Camera nella Giornata Internazionale dell’Unesco

In occasione della giornata internazionale dell’UNESCO, nella chiesa ex monastica benedettina “San Giuliano” di via Crociferi, capitolare della sezione catanese “Cardinale Salvatore Pappalardo” della Luogotenenza Italia-Sicilia dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, l’Orchestra da Camera Catanese e la Corale Polifonica “San Giorgio” dirette per l’occasione dal m° Fabio Raciti hanno offerto un concerto di musica sacra, alla presenza dell’assessore comunale alla Cultura, Barbara Mirabella, del rettore e cerimoniere mons. Leone Calambrogio e delle socie del Club Catania del Soroptmist Italia.

Superbo incipit della raffinata serata musicale è stata la  piacevole esecuzione della Sinfonia barocca n.1 in Do maggiore del compositore e violinista veneziano Antonio Vivaldi, piccola ma accattivante con i suoi tre movimenti -Allegro ma non troppo, Andante e Presto- seguita dall’Ein Kleine Nachtmusik (piccola serenata notturna in Sol maggiore k 525) del sommo genio artistico austriaco Wolfgang Amadeus Mozart e dalla Symphony in Fa minore n.49 “La Passione” del compositore austriaco del periodo classico Franz Joseph Haydn.

La musica sacra è proseguita con la perfetta esecuzione dell’Ave Maria attribuita a Giulio Caccini, del Panis Angelicus di Cesar Franck e del Salmo XVIII “I Cieli immensi cantano” musicato da Benedetto Marcello nella trascrizione del testo a cura di Renato Tagliabue, tutti brani biblici d’intensa e spirituale preghiera colti da continui applausi di corale e condiviso consenso artistico e religioso.

Il <Cantate Domino> dal Salmo 96 di Valentino Miserachs ha sottolineato magnificamente l’esplicit del concerto accolto da scroscianti applausi omaggiati al prof. Raciti, che ha diretto magnificamente orchestra, coro e solisti, all’organista m° Giovanni Raddino e al soprano solista Angela Curiale.

  Antonino Blandini

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*