Serie C, il Catanzaro domina al “Massimino” sul Catania e vince meritatamente 2-0, etnei abulici e deludenti

Catania-Catanzaro 0-2

C’è poco da dire dopo aver assistito alla gara di oggi pomeriggio al “Massimino” tra il Catania di Sottil ed il Catanzaro di Auteri. I calabresi si sono imposti meritatamente per 2-0, hanno colpito tre legni, dominando in lungo e in largo, nei primi e secondi 45′, davanti ad un Catania completamente assente, timido e lontano parente di quello osservato in altre occasioni, soprattutto davanti ai propri sostenitori. Quella di Andrea Sottil è apparsa una squadra senza idee e forza, stanca e poco pericolosa in avanti e che ha confermato le lacune, le disattenzioni evidenziate con il Siracusa. Stavolta i rossazzurri non sono riusciti a rimontare ed a vincere la gara, ma anzi hanno corso il rischio, nella ripresa, di prendere tre o quattro reti. Catanzaro davvero organizzato, ben coperto e pronto subito a riversarsi in avanti mettendo in seria difficoltà gli avversari.

Ospiti in vantaggio al 14′ con una rete di Kanoute con una iniziativa personale sulla destra e tiro che Pisseri non riusciva a neutralizzare. Catanzaro sempre pericoloso che metteva in difficoltà il Catania che al 29′ perdeva per infortunio Calapai rimpiazzato da Baraye.

Padroni di casa completamente inoffensivi mentre i calabresi gestivano bene ogni pallone e si rendevano ancora pericolosi al 32′ con un tiro dalla distanza di Fischnaller di poco a lato. Il primo tempo si chiudeva con il vantaggio meritato per il Catanzaro e con un Catania irriconoscibile.

Nella ripresa subito in campo Curiale, Barisic e Rizzo per Manneh, Angiulli ed Esposito. Etnei che provavano a spingere per centrare il pareggio: cross di Baraye e Curiale veniva anticipato all’ultimo da Riggio. Il Catanzaro rispondeva, però, al 62′ e sfiorava il raddoppio: tiro di Fishnaller e respinta di Pisseri e poi Kanoute colpiva la traversa. Catania che segnava al 64′ con un colpo di testa di Silvestri, ma veniva segnalato un fuorigioco.

Al 74′ i calabresi raddoppiavano: in rete il nuovo entrato Giannone con un tiro a giro sul secondo palo che batteva per la seconda volta Pisseri. Etnei vicini al 2-1 al 77′ prima con un gran tiro di Biagianti e poi con Rizzo che calciava fuori a porta vuota ma era in fuorigioco. Negli ultimi 10′ diversi cambi: entravano Vassallo per Biagianti e poi nel Catanzaro Nicoletti ed Eklu per Statella e Kanoute.

Catania che, come per tutta la partita, non riusciva a graffiare mentre il Catanzaro dilagava, umiliava quasi i padroni di casa con un possesso palla spaventoso ed al 91′ sfiorava il 3-0 con Nicoletti che colpiva due pali con un tiro dal limite.

La partita si chiudeva con il meritatissimo 2-0 per il Catanzaro, mentre il Catania dovrà meditare a lungo su questa dura sconfitta anche in considerazione del fatto che sabato prossimo i rossazzurri giocheranno in casa della Juve Stabia, una partita che, alla luce di quanto fatto vedere oggi dagli etnei, appare davvero difficilissima.

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*