Al “Metropolitan” di Catania il 24 e 25 Novembre, per “Una stagione a 4 Stelle”, il classico di Eduardo De Filippo, “Non ti pago” con Alessandro Idonea

Gilberto e Alessandro Idonea in scena (Ph. Gattopino)

Prende il via sabato 24 Novembre al Teatro Metropolitan di  Catania “Una stagione a 4 Stelle” di cui Gilberto Idonea sarà la stella più luminosa, quasi a vegliare sul lavoro del figlio Alessandro che ha voluto prendere in mano le redini del lavoro da lui iniziato, portando avanti la stagione che aveva impaginato poco prima di lasciare la sua famiglia e il suo pubblico. Sabato 24 novembre (alle ore 17.30 e alle ore 21, con replica domenica 25 Novembre alle ore 17.30) si inizia con un classico di Eduardo De Filippo, “Non ti pago”, che vedrà in scena la Compagnia di Gilberto Idonea con il figlio Alessandro nel ruolo che doveva essere di suo padre, di cui riprende anche la regia. “Non ti pago”, che ha debuttato negli Anni 40, è stata definita da alcuni una fiaba a lieto fine, mentre Eduardo la riteneva “una commedia comica che faceva molto ridere, ma anche la più tragica che avesse mai scritto e rappresentato”.
La versione proposta per “Una stagione a 4 Stelle – Gilberto Idonea” rispetta fino in fondo l’opera di De Filippo, puntando sul ritmo e sulle sfumature dei movimenti scenici e di quel parlato che qui però, è in siciliano piuttosto che in napoletano. Una scelta che non tradisce il teatro di Eduardo De Filippo, ma anzi ne sottolinea, omaggiandolo, la scelta avanguardistica dei tempi: in una fase di sperimentazione per un uso diverso e innovativo della lingua italiana nel teatro, De Filippo testava e valutava anche l’effetto del dialetto, attingendo a piene mani alla ricchezza sconfinata della tradizione.

La vicenda della commedia gira intorno ai numeri del banco lotto – un tema quanto mai attuale in un’epoca in cui la smania del gioco del lotto induce in tentazione una sempre più crescente fetta di popolazione – poggiando sulla credenza, tipica di Napoli e di buona parte del Sud Italia, dell’intervento dei morti nella vita dei vivi e, in particolare, in quell’abitudine e addirittura vizio del gioco del lotto che si deposita nella quotidianità cittadina attraverso l’interpretazione di ogni evento, la smorfia.  Può, quindi, lo spirito di un caro estinto prendere un abbaglio, e apparire in sogno per comunicare i numeri vincenti alla persona sbagliata?  È ciò che afferma don Ferdinando Quagliolo (in scena Alessandro Idonea), gestore di un banco-lotto, che pretende da Mario Bertolini (Rosario Petìx), suo dipendente e corteggiatore della figlia, il premio della quaterna vincente che il padre defunto gli ha dettato per errore, secondo la sua tesi. Accecato dall’invidia, ma fermamente convinto delle sue idee, Ferdinando si rivolge prima alla legge degli uomini (ovvero all’avvocato Strumillo/Nino Signorello) quindi alla legge di Dio (ovvero al parroco Padre Raffaele/Enrico Pappalardo), ma entrambi cercheranno di convincerlo, senza esito, che le sue pretese sono irricevibili.

In un ritmo crescente, tra maledizioni e pistole mail destreggiate, si sfiorerà la tragedia ma dopo alterne vicende tutto tornerà felicemente a posto. Completano il cast Loredana Marino, Angela Sapienza, Gino Astorina, Carlo Kaneba, Simone Pappalardo, Chiara Seminara, Antonella Cirrone e Nellina Fichera.

Scheda

NON TI PAGO

Tre atti di Eduardo De Filippo

Regia Gilberto Idonea, ripresa da Alessandro Idonea

Scene Salvo Tropea

Costumi Riccardo Cappello

Direttore di Scena Paolo Merlini

Service Noè

Attrezzista Antonio Zagame

Con La Compagnia di Gilberto Idonea

PERSONAGGI E INTERPRETI (in ordine di apparizione)

Margherita                            Loredana Marino

Concetta Quagliolo            Angela Sapienza

Peppe                                  Gino Astorina

Luigi Fungitta                       Carlo Kaneba

Vito Fungitta                        Simone Pappalardo

Ferdinando Quagliolo           Alessandro Idonea

Stella Quagliolo                  Chiara Seminara

Mario Bertolini                     Rosario Petìx

Donna Carmela                  Antonella Cirrone

Padre Raffaele                    Enrico Pappalardo

Avvocato Strumillo              Nino Signorello

Erminia Bertolini                 Nellina Fichera

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*