“Borgo-Sanzio”, maggiore sicurezza in via Imbriani, via Mazzarello e via Dei Miti: le richieste del consigliere della circoscrizione Orazio Grasso

Traffico in via Renato Imbriani

Un nuovo piano del traffico che garantisca il rispetto dei limiti di velocità ed eviti altri incidenti nella zona compresa tra via Renato Imbriani, via Suor Maria Mazzarello e via Dei Miti. Questa la richiesta che il consigliere della circoscrizione di “Borgo-Sanzio” Orazio Grasso fa alle istituzioni competenti. “Dopo aver ascoltato le segnalazioni e le lamentele dei commercianti e degli abitanti del quartiere– dichiara Grassoho deciso di farmi portavoce di una problematica che colpisce centinaia di persone. Questa parte della nostra municipalità è caratterizzata dalla presenza di alcune scuole, degli uffici giudiziari e di una chiesa. Ciò inevitabilmente comporta un notevole viavai di persone. Pedoni che rischiano di essere investiti tutte le volte che attraversano dal pirata della strada di turno che non rispetta limiti e precedenze”. In particolare via Renato Imbriani è un lungo rettilineo che la sera, complice la quasi totale assenza di traffico, invoglia qualcuno a sfrecciare a tutta velocità. Ecco perchè il consigliere Orazio Grasso chiede che in questa strada vengano installati passaggi pedonali rialzati. Un’opera per consentire l’attraversamento in totale sicurezza da parte dei pendolari che devono raggiungere il posto di lavoro oppure dei genitori che devono accompagnare i figli a scuola. “Si tratta di una soluzione che ha già dato buoni risultati in tutte le strade, come nei quartieri di San Nullo o di Trappeto Nord, in cui sono state installate– continua Grasso- via Imbriani collega via Vincenzo Giuffrida con Largo Rosolino Pilo e deve fare i conti, insieme a via Dei Miti e via Mazzarello, pure con il nodo legato alle strisce pedonali semi-cancellate”.

di Michele Minnicino 20315 articoli
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*