«Giovani in… Comune», a Tremestieri Etneo venti giovani impegnati nel programma di Servizio Civile

A Tremestieri Etneo sono venti i giovani impegnati nel programma di Servizio Civile Nazionale «Giovani in… Comune». Il progetto si pone come obiettivo principale quello di stimolare e accrescere attraverso le attività di animazione, socializzazione e informazione la partecipazione alla vita sociale e il protagonismo della popolazione residente nel comune, soprattutto di coloro che vivono in condizioni di disagio e di emarginazione sociale.

Il progetto è partito martedì 15 gennaio, oggi l’incontro con il sindaco Santi Rando. La prima settimana è stata dedicata all’accoglienza, alla formazione specifica e all’orientamento dei giovani selezionati. I volontari saranno gradatamente inseriti all’espletamento dei vari servizi, aree e sportelli informativi.

«Anche quest’anno il progetto si rinnova e ci offre l’occasione per confermare i servizi in favore dei soggetti deboli e a rischio emarginazione, presenti sul nostro territorio, i quali necessitano di assistenza – ha dichiarato il primo cittadino – l’obiettivo è quello di prevenire il totale isolamento sociale dei meno abbienti e cercare di migliorare la qualità della loro vita con interventi quali animazione e integrazione sociale».

«Il servizio civile – continua Rando – è infatti una importante e spesso unica occasione di crescita personale per i giovani che lo vivono, in quanto consente loro di sperimentare attivamente i valori cittadinanza e della solidarietà aiutando le fasce più deboli della società e contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Il Servizio Civile costituisce inoltre un valore aggiunto agli interventi nel settore sociale, permettendo forme di condivisione, scambio e confronto (anche intergenerazionale) di insostituibile valore».

“Sempre in relazione alla presenza dei volontari in servizio civile, il progetto contribuisce alla crescita umana, valoriale e professionale dei soggetti coinvolti – ha spiegato Rando – Inoltre, offre l’opportunità di sperimentare sul campo forme attive di volontariato, attitudine al lavoro e cooperazione. Un ringraziamento particolare al dirigente del settore Servizi Sociali dott. Giorgio La Malfa, al dirigente dell’Ufficio Personale, dott. Francesco Scrofani e alla responsabile del progetto dott.ssa Agata Bella che segue i ragazzi nel loro inserimento».

Il piano di servizio civile nazionale è stato ammesso al Bando Sicilia nel 2018. I volontari in servizio civile nazionale, dopo un’adeguata formazione e un periodo di affiancamento alle risorse umane impiegate, diverranno parte integrante dell’équipe di lavoro che realizzerà gli interventi previsti dal programma.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*