Concerto del Quartetto Catanese al Policlinico “G. B. Morgagni” di Pedara

Il Policlinico G.B. Morgagni, per iniziativa del prof. Salvatore Castorina, fondatore del Centro Clinico Diagnostico G.B.Morgagni, ha offerto ai propri pazienti e i visitatori del Centro Cuore di Pedara un concerto molto apprezzato e magistralmente eseguito dal Quartetto Catanese, diretto dal m° Fabio Raciti, affermato musicista catanese, titolare alla cattedra di violino e musica da camera per archi presso il Liceo Musicale Statale “G. Turrisi Colonna” di Catania, docente formatore come coordinatore del tirocinio formativo attivo presso l’AFAM Istituto V. Bellini di Catania: violini Fabio Raciti e Riccardo Urbina; violoncello Gerardo Maida e Alessandro Longo; pianoforte Lino Bonomo e Anna Rita Calì; baritono Salvo Todaro. Sono state eseguite celebri musiche di Vincenzo Bellini, Giuseppe Verdi, Pietro Mascagni, Franz Lehar, Johann Strauss, Nicola Piovani, Ennio Moricone.

Il concerto è stato preceduto dall’intervento del presidente del Gruppo Morgagni, prof. Sergio Castorina, il quale ha spiegato che “il concerto ha voluto rappresentare un segno tangibile di un messaggio rivolto ai pazienti ed ai loro accompagnatori ospiti della struttura che pone il malato al centro e ne conferma un ruolo che rappresenta il perno delle prestazioni sanitarie”. Lo straordinario ed inedito evento musicale è stato assai gradito dai pazienti, i quali hanno potuto assistervi oltre che di presenza anche attraverso il collegamento televisivo presente all’interno di tutte le aree di degenza e delle sale di attesa della Morgagni.

 Antonino Blandini

di Michele Minnicino 20313 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*