Serie C, un Catania fantasma battuto 2-0 dalla Viterbese, etnei in silenzio stampa

Viterbese-Catania 2-0

Ko pesante nel pomeriggio per il Catania di Andrea Sottil che in casa della Viterbese è stato battuto 2-0 giocando una gara davvero incomprensibile. I rossazzurri, dopo la risicata vittoria interna con la Paganese e la dura conferenza stampa dell’A.d. Pietro Lo Monaco in settimana, erano attesi da una prova di carattere contro una Viterbese che da qualche gara stava mostrando dei limiti. Ed invece ecco in campo una squadra fantasma che ha subito mostrato idee confuse, poca personalità e gioco zero a dispetto di una Viterbese già in vantaggio dopo 3’ con Polidori che approfittava di una corta respinta di Pisseri e siglava l’1-0. Reazione rossazzurra nulla, Manneh, Marotta e Di Piazza impalpabili e primo tempo che si chiudeva col raddoppio dei padroni di casa, sempre con Polidori che trasformava un rigore concesso per fallo in area di Aya.

Nella ripresa Sottil provava a cambiare qualcosa inserendo prima Sarno per Rizzo e poi Angiulli, Brodic e Curiale. Rossazzurri che provavano inizialmente a rendersi pericolosi con Sarno, ma anche la Viterbese colpiva un palo con Baldassin ed al 90’ il Catania, con Brodic, centrava il palo ma dopo 4’ di recupero la partita si chiudeva sul 2-0 per i padroni di casa. Bilancio della prestazione incolore del Catania? Confusione tattica, stress, passaggi sbagliati, seconde palle mai intercettate, fraseggio discontinuo, assoluta mancanza di personalità. Rossazzurri che restano a 50 punti, vengono scavalcati di un punto dal Catanzaro e sono a ben 11 lunghezze dalla capolista Juve Stabia che oggi contro la Reggina ha vinto con fatica, ma tiene il passo. Domenica prossima il Catania ospiterà il Potenza, ma il ko di Viterbo ha costretto la dirigenza a imporre il silenzio stampa a tecnico e giocatori.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*