Serie C, il nuovo Catania di Walter Novellino pareggia 1-1 al “Massimino” con il coriaceo Potenza, in rete Di Piazza

Catania-Potenza 1-1

Comincia con un pareggio interno l’era Walter Novellino con l’undici rossazzurro. Il Catania infatti, oggi pomeriggio impegnato al “Massimino”, con le due curve vuote per la protesta dei tifosi, ha pareggiato 1-1 con un coriaceo Potenza che ha ottenuto così il settimo risultato utile consecutivo. C’è da dire che oggi si è visto in campo un Catania diverso, che con l’arrivo di Walter Novellino, è sembrato più combattivo e desideroso di vincere la partita, soprattutto nella ripresa anche se la squadra, ancora una volta, è stata imprecisa nel momento della finalizzazione, soprattutto con Curiale. Partita subito combattuta, dai primi minuti, ma al 14′ l’arbitro, per un fallo di Giosa su Manneh, assegnava un rigore ai padroni di casa che Lodi, però, si faceva deviare da Breza. Nell’occasione Curiale veniva ammonito per proteste e l’attaccante etneo, essendo in diffida, salterà la sfida di Catanzaro.

Al 30’ rossazzurri rischiavano l’autorete con Silvestri con un colpo di testa che scavalcava Pisseri, ma il portiere riusciva ad evitare il clamoroso autogol. Il Potenza, però, al 35’ passava in vantaggio: Giosa su una punizione di Guaita colpiva di testa e batteva Pisseri, trovando anche disattenta la retroguardia etnea. Dopo lo svantaggio la squadra rossazzurra non aveva una immediata reazione ed il primo tempo, molto nervoso e combattuto da entrambe le parti, si chiudeva con il Potenza in vantaggio  0-1.

Nella ripresa Catania in campo con Di Piazza al posto di Angiulli e ritmi più forsennati da parte degli etnei con gli ospiti che si rintanavano nella loro metà campo. Etnei, però, molto imprecisi due volte con Curiale che sprecava due facili occasioni e mister Novellino lo sostituiva poi con Marotta.

Catania che comunque, centrava il pareggio al 29’: giocata di Manneh che appoggiava a Marotta il quale serviva Di Piazza che batteva il portiere ospite. Al 76’ il Catania rimaneva però in dieci uomini per l’espulsione di Carriero autore di un fallo a metà campo che gli costava il secondo giallo e quindi il rosso.

Nonostante l’inferiorità numerica i rossazzurri tentavano in tutti i modi di centrare la vittoria, subentrava poi Liguori per Manneh e nei 5’ di recupero era bravo il Potenza a difendersi, soprattutto con un ottimo Giosa, sempre attento nella propria area. La gara si chiudeva sull’1-1, ma il Catania di Novellino è piaciuto per la sua voglia di fare, per la sua reazione, anche se ha fallito l’appuntamento con la vittoria in casa e adesso nel prossimo turno – dove mancheranno gli squalificati Curiale e Carriero – trasferta difficile in casa del Catanzaro oggi sconfitto dal Bisceglie e con le due squadre appaiate al terzo posto a 51 punti.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*