Lilt Catania, la dottoressa Aurora Scalisi eletta nuovo presidente

La dottoressa Aurora Scalisi, 62 anni, specialista in oncologia e in ginecologia, già responsabile dell’unità di screening ginecologico e direttore dell’unità operativa complessa di diagnostica oncologica presso l’ASP di Catania, è il nuovo Presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) di Catania.

Dott.ssa Aurora Scalisi

L’elezione, all’unanimità, è avvenuta ieri sera nel corso della seduta del Consiglio direttivo della Lilt etnea, svoltasi nei locali del Rettorato dell’Università degli Studi di Catania. La dottoressa Scalisi, già vicepresidente Lilt, subentra al dottor Carlo Romano, che, dopo aver guidato per tanti anni la sezione etnea dell’associazione, lascia la presidenza provinciale per dedicarsi al Coordinamento regionale.

Attivamente presente all’interno della Lilt da circa vent’anni, la dottoressa Aurora Scalisi ha promosso le attività ambulatoriali, di ricerca, di volontariato e ha organizzato molti eventi formativi. Più di recente, ha favorito accordi di collaborazione con altri enti di volontariato e di ricerca per assicurare agli utenti un’assistenza di eccellenza.

«Ringrazio tutti i componenti del consiglio direttivo per la fiducia che mi impegnerò fermamente di non deludere – dichiara la dottoressa Scalisi subito dopo l’elezione –. Ringrazio soprattutto il dottor Carlo Romano per aver consegnato una Lilt libera da condizionamenti e attiva nel perseguire i suoi compiti istituzionali. Da parte mia è massimo l’impegno a proseguire al meglio l’attivita svolta fin qui, con un’attenzione particolare nel mantenere la centralità del paziente e dell’utente nel percorso di cura o prevenzione del cancro».

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*