Serie B, il Catania Futsal cede 3-1 al Regalbuto, Under 19 sconfitta dalla Meta

Due sconfitte similari segnano il weekend della prima squadra e dell’Under 19 del Catania Futsal.
Partendo dalla Serie B, i rossazzurri cadono a Regalbuto sul risultato di 3-1. Il filo rosso che unisce le due sconfitte è legato alle amnesie viste nel primo tempo costate carissime ai giovani calciatori etnei.

La prima al timone della prima squadra di mister Nuccio Ranno non porta tre punti ma tanto coraggio, fiducia e nuove idee da sperimentare. Peccato, anche perché dopo l’1-0 il piazzato del momentaneo pari segnato da Gaetano Musumeci è stato seguito da infortuni difensivi che hanno fissato il punteggio finale sul 3-1 già nel primo tempo. Ripresa generosa ma è mancata la cattiveria e la precisione sotto porta. Non è deluso il mister a fine gara.

“Ce la siamo giocata e per questo sono più che ottimista per il futuro – ha ammesso Ranno -. Per larghi tratti non ho visto un gap tecnico dai nostri avversari. Lavoreremo su determinate situazioni”.

Stessa sorte per l’Under 19 che perde per 4-1 lo scontro al vertice con la Meta. Chilà il marcatore per il Catania Futsal, rete messa a segno nel secondo tempo, quando la squadra ha saputo sistemarsi bene in campo. Tutti nella prima metà di gara i quatto sigilli casalinghi su diversi svarioni difensivi.

Campionato di Serie B che si ferma, tempo prezioso per il nuovo mister che potrà lavorare con i suoi senza l’assillo di una partita da preparare. Under 19 pronta ad ospitare invece il Maritime con un occhio già rivolto ai playoff.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*