Al “Roots” di Catania il 16 Marzo in scena “Mister Cable on zombie island”, spettacolo in lingua inglese di e con Steve Cable

Una scena dello spettacolo con Steve Cable

Sabato 16 Marzo, alle ore 18:15, allo Spazio Roots di Catania, in via Giuseppe Borrello 73, verrà proposto lo spettacolo in lingua inglese “Mister Cable on zombie island” di e con Steve Cable, con Noemi Arena e Giulia Giurato, produzione  Cable’s Comedy Theatre. Le scene ed icostumi sono di Tiziana Rapisarda.

Si tratta di una  nuova produzione teatrale in Lingua Inglese  che sviluppa l’approccio già sperimentato con grande successo in “Mister Cable’s scary holiday”, ovvero un “horror comedy” dall’umorismo prettamente inglese. Uno spettacolo per tutti  che attraverso la sua ironia e le sue intelligenti provocazioni stimola e fa riflettere sull’attuale società.

Steve Cable, Noemi Arena e Giulia Giurato

Ma di cosa parla “Mister Cable on zombie island”? Mister Cable, irritato dal modo in cui le nuove tecnologie invadano (e per alcuni, sostituiscono) la Realtà, cerca rifugio su un’isola tropicale. Natura, semplicità, solitudine ed invece no! Presto scoprirà che l’isola è il rifugio di un maniaco che vuole trasformare gli adolescenti del mondo intero in zombi, rendendoli iPhone e Facebook dipendenti, apatici consumatori da ingannare e domare. Sull’isola ha già rapito e trasformato in morti viventi due ragazze le quali vengono mandate ad eliminare Mister Cable. Cosa succederà? Il Caos, ovviamente, in un crescendo di colpi di scena e colpi di sonno, un escalation di suspence e comicità.

Cos’è uno zombi? Un Morto-vivente. Come si può essere morto e vivo allo stesso tempo? Cosa significa essere pienamente vivo in un’epoca di crescente isolamento sociale e dipendenza dalle nuove tecnologie?

Il costo dell’ingresso è di euro 12, ridotti per giovani euro 7. Info e prenotazioni: 3491730173 – 3382044274.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*