Scienze Chimiche, inaugurata la nuova biblioteca e l’aula studio

Taglio nastro (da sinistra Purrello, Basile, Bombace)

Oltre 20mila volumi, un’aula studio con 70 postazioni e una sala lettura da 16 posti. Ma anche un ascensore per i diversamente abili e sistema wifi. È la nuova biblioteca con aula studio del Dipartimento di Scienze chimiche dell’Università di Catania, collocata al piano -1 corpo A dell’edificio 1 della Cittadella universitaria, che stamattina è stata inaugurata nel corso di una breve cerimonia a cui non sono voluti mancare numerosi docenti e studenti. A tagliare il nastro inaugurale è stata proprio una studentessa, Alessandra Bombace, insieme con il rettore Francesco Basile e il direttore del dipartimento, prof. Roberto Purrello.

“L’inaugurazione della nuova biblioteca e aula studio è un ulteriore segnale che questa amministrazione vuole dare ai nostri studenti, all’interesse che mostriamo quotidianamente nei loro confronti – ha detto il rettore Francesco Basile. È motivo di orgoglio per noi aprire nuovi spazi per gli studenti, un altro passo di quel percorso difficile, visti i tempi e le risorse a disposizione, che l’Ateneo ha intrapreso nei mesi scorsi e che sta portando avanti, ovvero migliorare i servizi per gli studenti con l’obiettivo di migliorare la qualità della didattica e della ricerca. In questi ultimi mesi abbiamo puntato sul miglioramento della mobilità studentesca, adesso delle strutture come le aule e i laboratori dove i nostri ragazzi studiano. Stiamo cercando di migliorare il nostro Ateneo, ma occorre l’aiuto di tutti”.

Il prof. Purrello, invece, si è soffermato sulla struttura “consegnata proprio nei giorni scorsi e che sicuramente sarà frequentata da tanti giovani”, ha precisato, composta da una sala di 190 metri quadrati adibita ad aula studio con 70 postazioni e da una sala lettura di 70 metri quadrati con 16 postazioni.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*