Giro di Sicilia, dal 3 al 6 aprile la kermesse ciclistica attraverserà anche Caltagirone

Il Giro di Sicilia, la corsa a tappe che animerà il calendario del ciclismo italiano dal 3 al 6 aprile prossimi e che torna nell’Isola a 42 anni dall’ultima edizione della gara, interesserà da vicino Caltagirone. Infatti la terza tappa, da Caltanissetta a Ragusa (188 Km), in programma venerdì 5 aprile, attraverserà la città della ceramica.

I ciclisti vi giungeranno alle 13,30 circa, percorrendo le vie Stazione Isolamento, Circonvallazione di Ponente, il tunnel Euclide e, infine, il viale Cristoforo Colombo, proseguendo in direzione di Mazzarrone e attraversando, quindi, attorno alle 14,15, pure le vie Torino e Palermo della frazione di Granieri.

Per garantire condizioni di piena sicurezza del percorso, il sindaco Gino Ioppolo ha firmato un’ordinanza con la quale si istituisce, per venerdì 5 aprile, dalle 9 alle 15, il divieto di sosta, con rimozione forzata, nelle vie attraversate dai ciclisti (Stazione Isolamento, Circonvallazione di Ponente e Cristoforo Colombo; via Torino e via Palermo a Granieri).  Divieto di transito, invece, dalle 13 alle 15, lungo le stesse vie e nel tunnel Euclide.

“Si tratta – si sottolinea dal palazzo municipale – di piccole inibizioni, che comportano rinunce modeste e limitate a poche ore e a poche strade, per permettere alla città di presentarsi, ancora una volta, con il suo volto migliore.“Dopo il Giro d’Italia, che l’anno scorso catalizzò sulla nostra città, con tangibili ricadute positive, le attenzioni dei media nazionali e internazionali – afferma Ioppolo -, ancora una volta una prestigiosa competizione ciclistica, riportata nell’Isola dalla Regione siciliana dopo 42 anni, costituisce una formidabile occasione di promozione e valorizzazione di Caltagirone, consentendoci di mostrare ai tanti che la seguiranno, in televisione e non solo, le sue impareggiabili bellezze”.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*