L’11 aprile a Catania la Giornata del mare e della Cultura marinara

Fra le modifiche introdotte nel 2018 all’interno del Codice della Nautica da diporto trova luogo l’istituzione, l’11 Aprile, della Giornata del mare e della Cultura marinara. Continuano anche nel corrente anno le iniziative tese alla sensibilizzazione ed alla protezione del patrimonio marino ed alla valorizzazione della cultura marinara promosse dalla Capitaneria di porto di Catania, che ha deciso di sostenere il progetto “Il Mare che vogliamo: pulito, biodiverso e protetto”, iniziativa promossa dall’Associazione di volontariato Marecamp di Catania assieme al Dipartimento pesca mediterranea della Regine Siciliana, al Comune di Catania, alla delegazione locale del CONI ed altri partner presenti sul territorio. Il progetto sta coinvolgendo tre Istituti scolastici della provincia di Catania in un concorso artistico sulla realizzazione di elaborati a tema marino, mediante l’utilizzo di materiali riciclati e di recupero.

Sempre nella campagna di promozione ambientale #PlasticFreeGC del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare, gli alunni che si saranno distinti nella prima fase di selezione, parteciperanno alla raccolta dei macro-rifiuti galleggianti e al monitoraggio di cetacei e tartarughe marine nel golfo di Catania, con l’ausilio di imbarcazioni messe a disposizione da pescatori, diving locali e diportisti.

Gli equipaggi impegnati nella raccolta delle plastiche verranno infine premiati presso la Direzione Marittima di Catania, con i lavori appositamente realizzati da uno scultore locale e la prima rappresentanza classificata verrà nominata “Ambasciatrice del Mare”.

Fra le attività promosse, nella corrente settimana, l’unità maggiore della Guardia Costiera Nave Luigi Dattilo CP 941, sarà aperta alle visite degli istituiti scolastici di Catania.

di Michele Minnicino 20312 Articles
Condirettore, giornalista professionista, specializzato in Opinione Pubblica e Comunicazione di Massa, ha collezionato esperienze lavorative nei diversi settori dell’informazione, carta stampata, televisione, uffici stampa di associazioni di Consumatori e Consorzi Pubblici, insegnamento del giornalismo agli studenti degli istituti superiori.

Diventa il primo a commentare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*